Home, Imperia — 8 settembre 2018 alle 11:56

“IO STO CON I MIGRANTI”: A IMPERIA IL FLASH MOB A FAVORE DELL’INTEGRAZIONE. “COMBATTIAMO IL RAZZISMO CON LA SOLIDARIETÀ”/FOTO E VIDEO

Si è svolto questa mattina il flash mob “Io sto con i migranti”, iniziativa che dal ponente ligure sta coinvolgendo varie città d’Italia.

di Gaia Ammirati

io-sto-con-i-migranti-flash-mob-immigrazione-imperia-salvini-di-maio-navi-ong

Si è svolto questa mattina il flash mob “Io sto con i migranti”, iniziativa che dal ponente ligure sta coinvolgendo varie città d’Italia. Il ritrovo era previsto alle ore 10.30 presso l’Arcicamalli e, in breve tempo, lungo Calata Cuneo, si sono raccolte decine di persone per sensibilizzare la cittadinanza al delicato tema dell’integrazione.

Oltre a semplici cittadini, hanno aderito alla manifestazione movimenti e associazioni come Potere al Popolo Imperia, Sinistra Italiana, Arci Comitato Territoriale Imperia, Arci Camalli, Arci Guernica, Arci Handala, Gruppo Teatrale l’Attrito, P:R:C: Imperia, Associazione nazionale d’amicizia Italia-Cuba Imperia, La talpa e l’orologio e Garabombo.

Proprio in questi minuti, le forze dei Vigili del Fuoco stanno operando a Ventimiglia per l’ennesimo dramma al confine, dove alcuni migranti sono rimasti intrappolati sulle rocce del ponte San Luigi nel tentativo di oltrepassare la frontiera con la Francia.

Mariano Mij

“Il nostro obiettivo è dare vita anche a Imperia a una manifestazione di solidarietà nei confronti dei migranti, un’iniziativa che sta coinvolgendo tutta Italia, nata da esperienze locali, a cui aderiscono semplici cittadini, movimenti, partiti, associazioni, che hanno a cuore i migranti. Stare con i migranti non significa andare contro ad altre persone, ma significa riconoscere che è un fenomeno che va risolto. Di fronte a tutto questo razzismo montante, la cosa più importante è la solidarietà e l’accoglienza. Le forze politiche di maggioranza stanno strumentalizzando la questione migranti cercando di distrarre i cittadini dai veri problemi, il non lavoro, la disoccupazione, la precarietà, i tagli allo stato sociale.

A noi sembra assurdo prendercela con i migranti, tanto più che anche noi italiani siamo stati migranti nel periodo tra le due guerre, tutti i popoli hanno avuto periodi come questo. Pensiamo che l’Italia nono sia lo stato con più migranti in rapporto ai cittadini comunitari.

Chiamiamo tutti i cittadini ad aderire a questa iniziativa. Cerchiamo di risolvere la questione migranti con umanità.

In questo momento a Ventimiglia continuano le operazioni per salvare due migranti. È una zona che vive in maniera più stringente la questione migranti proprio per la presenza del confine. Abbiamo aderito con varie iniziative, come la grande manifestazione di luglio, per segnalare e tenere viva l’attenzione su questa questione.

I problemi dell’Italia e dell’Europa non sono certamente i migranti ma sono ben altri. Il fenomeno migratorio è esploso dopo che la Nato e le potenze occidentali nel tentativo di esportare la democrazia hanno portato le “guerre umanitarie” destabilizzando Nord Africa e Medioriente. Queste guerre non hanno risolto i problemi e non hanno portato la democrazia e hanno riacutizzato il problema migranti. Ovviamente erano guerre economiche per ristabilire il controllo sul petrolio”.

Laura, 87 anni

Ricordo che quando andavo a scuola ho visto andare via degli amici perché erano ebrei, ma non avevano fatto nulla. Erano nostri amici. Ho visto il fascismo, quello che ha fatto e mi tormenta quello che sta succedendo oggi con troppa leggerezza. Vedo queste cose con gli occhi di una persona di 87 anni e ho veramente paura di quello che sta accadendo. Oggi sono partita dal mio paesello per testimoniare quello che ho vissuto”.