IMPERIA: PICCHIA, MINACCIA E INSULTA LA COMPAGNA INCINTA DAVANTI AL FIGLIO MINORENNE, 48ENNE A PROCESSO PER LESIONI E MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA/ IL CASO

Cronaca Home

Durante l’udienza di ieri, il Pubblico Ministero Maria Paola Marrali, ha ascoltato la testimonianza di un carabiniere intervenuto presso l’abitazione della coppia a seguito di un caso di violenza e la vittima

IMG_1405

Per anni ha maltrattato, picchiato e insultato quella che oggi è la sua ex convivente, anche quando era in stato di gravidanza. Si è aperto ieri, lunedì 10 settembre, dinnanzi al giudice monocratico Massimiliano Botti, il processo nei confronti di A.M. 48 anni, di nazionalità turca, accusato di maltrattamenti in famiglia, lesioni, violazioni degli obblighi familiari.

Le accuse

All’uomo, difeso dall’avvocato Salvatore Sciortino, sono contestati numerosi episodi di violenza a carico dell’ex compagna (difesa dall’avvocato Davide La Monica) B.V. 47 anni, romena, madre di due bambini. In particolare, nel 2010 l’uomo avrebbe percosso la donna con calci e schiaffi causandole anche un trauma “distorsivo del rachide cervicale”, lesioni guaribili in 20 giorni.

L’uomo, inoltre, avrebbe minacciato la donna di sottrarle i figli portandoli in Turchia. In un altro caso, l’imputato, si sarebbe allontano per un mese da casa lasciando alla donna solo 50 euro, “facendo mancare al figlio minore e alla convivente i mezzi di sussistenza“.

Durante l’udienza di ieri, il Pubblico Ministero Maria Paola Marrali, ha ascoltato la testimonianza di un carabiniere intervenuto presso l’abitazione della coppia a seguito di un caso di violenza e la vittima. L’udienza è stata poi rinviata al prossimo 8 aprile 2019.

Segui Imperiapost anche su: