Golfo Dianese, Home — 19 settembre 2018 alle 18:47

SAN BARTOLOMEO AL MARE: “SCUOLABUS SOLO DAL 1° OTTOBRE”. UNA MAMMA REPLICA AL SINDACO URSO. “LA DIREZIONE HA STABILITO A MAGGIO GLI ORARI DEFINITIVI DI TUTTE LE CLASSI DELLA SCUOLA”

Una mamma replica alle dichiarazioni del sindaco di San Bartolomeo al Mare, Valerio Urso, per quel che riguarda il servizio fornito agli alunni della scuola primaria, in particolar modo la situazione pulmino scolastico

di Redazione

san bartolomeo al mare lettera valerio urso

Una mamma replica alle dichiarazioni del sindaco di San Bartolomeo al Mare, Valerio Urso, per quel che riguarda il servizio fornito agli alunni della scuola primaria, in particolar modo la situazione pulmino scolastico.

La lettera di una mamma

“Innanzitutto vorrei smentire la dichiarazione del Sindaco Urso secondo cui il servizio non è partito il 17 settembre in quanto gli orari scolastici non sono quelli definitivi, per cui gli alunni entrano ed escono ogni giorno ad orari diversi.

E difatti già dal 21 maggio u.s. la Direzione scolastica ha stabilito gli orari definitivi di tutte le classi della scuola primaria, per cui già con l’inizio della scuola gli alunni stanno frequentando secondo l’orario che sarà in vigore per tutto l’anno.

Solo gli alunni della prima classe questa settimana usciranno alle 12,20 ma per ovvi motivi: i bambini devono inserirsi gradatamente in un nuovo contesto.

Ed inoltre, se anche fosse vero che a inizio anno vi sono problemi organizzativi, allora non comprendo il motivo per cui il servizio viene sospeso anche a fine anno scolastico.

Proprio a tal riguardo vorrei specificare che, contrariamente a quanto affermato dal Sindaco, il servizio non c’è stato a giugno 2017 e a giugno 2018, così come a settembre 2017 e settembre 2018.

Vorrei ancora ricordare al Sindaco che se le famiglie pagano solo il 30% del costo del servizio, la restante parte viene pagata con i soldi dei residenti del Comune di San Bartolomeo al Mare, ovverosia con i soldi versati dalle famiglie (nonni, zii, genitori) dei bambini che usufruiscono dello scuolabus.

Ed inoltre, per quanto a mia conoscenza il servizio è stato affidato ad una cooperativa anche per cercare di contenere i costi.

Qualcuno oggi ha commentato il vostro articolo, dicendo di andare a scuola a piedi.

Vorrei dire a questo signore, che i genitori sono obbligati per legge a portare i propri figli fino al portone di ingresso della scuola e che – legge a parte – probabilmente non ha figli, perchè vorrei vederlo mandare a scuola un bambino di sei anni da solo, percorrendo cira 2 Km a piedi”.