Home, Imperia — 30 settembre 2018 alle 18:30

TELECAMERE NELLE CASE DI RIPOSO CONTRO I MALTRATTAMENTI SUGLI ANZIANI. LA COMMISSIONE SANITÀ APPROVA IL PROGETTO DI LEGGE DELLA REGIONE LIGURIA/I DETTAGLI

L’obiettivo della giunta Toti, in particolare dell’assessore alla Sanità Sonia Viale, è quello di proteggere gli anziani e i lavoratori.

di Redazione

telecamere-anziani-case-di-riposo-progetto-legge-regione-liguria-maltrattamenti

Telecamere all’interno delle case di riposo. È questo l’obiettivo del progetto di legge che la Regione Liguria ha intenzione di varare per prevenire ed evitare i maltrattamenti agli anziani.

I maltrattamenti agli anziani nelle case di riposo

I casi di maltrattamento ai danni degli anziani avvenuti nelle case di riposo di Borghetto d’Arroscia, Sanremo e il “Cicalotto” Pornassio, negli ultimi anni, hanno portato all’intenzione, da parte della Regione Liguria, di varare una proposta di legge, al momento approvata dalla Commissione Sanità, per istituire l’obbligo delle telecamere di videosorveglianza all’interno delle strutture sanitarie che accolgono gli anziani in Liguria, sia pubbliche che private.

Le telecamere per tutelare ospiti e lavoratori

L’obiettivo della giunta Toti, in particolare dell’assessore alla Sanità Sonia Viale, è quello di proteggere gli anziani e i lavoratori, i quali vedranno tutelata la loro professionalità. Gli strumenti saranno posizionati sia nelle aree comuni sia nelle camere, con l’autorizzazione degli ospiti o dei familiari.

Il termine per le strutture per mettersi in regola sarà il 31 gennaio 2019.