Home, Imperia — 10 ottobre 2018 alle 08:49

IMPERIA: “IO, DISABILE, NON POSSO ENTRARE ALL’INPS”. L’AMAREZZA DI CARLO:”NON C’È UNA RAMPA. SONO STATO RICEVUTO SUL MARCIAPIEDE”/IL CASO

Carlo, trovandosi sulla sedia a rotelle, non ha potuto utilizzare le scale e, non vedendo rampe o altri accessi per disabili, è rimasto all’esterno dell’edificio senza riuscire a trovare un modo per entrare.

di Redazione

barriere-architettoniche-disabili-inps-imperia

“Nessun accesso per disabili alla sede INPS di Imperia”. È questa la denuncia di Carlo Poggi, 54enne di Diano Marina, che, nella giornata di ieri, si è dovuto recare presso l’ente di previdenza sociale di Imperia in viale della Rimembranza.

Carlo, trovandosi sulla sedia a rotelle, non ha potuto utilizzare le scale e, non vedendo rampe o altri accessi per disabili, è rimasto all’esterno dell’edificio senza riuscire a trovare un modo per entrare.

Per sensibilizzare l’intera comunità e le istituzioni sulla problematica delle barriere architettoniche, in particolare negli edifici pubblici, Carlo ha deciso di pubblicare un post su Facebook, in cui ha raccontato la sua esperienza.

Contattato da ImperiaPost, il 54enne ha spiegato meglio l’accaduto.

La segnalazione di Carlo Poggi

“Ieri mattina mi sono recato alla sede INPS per svolgere delle pratiche - spiega Carlo - ma, una volta giunto sul posto, mi sono accorto che non c’è nessun accesso per disabili. Essendo sulla sedia a rotelle non mi è stato possibile entrare. Oltretutto, al cancello esterno, non è presente nessun campanello per poter chiamare.

Fortunatamente, dopo alcuni minuti che ero li - continua – si è affacciato alla finestra una guardia giurata alla quale ho chiesto se vi era la possibilità di accedere, ma la risposta è stata negativa dicendomi che avrebbe fatto uscire qualcuno.

La persona che è venuta fuori è stata molto gentile e si è scusata per tutto questo. Non è possibile che nel 2018 un ufficio pubblico non abbia l’accesso per disabili e uno sia costretto a svolgere le pratiche sul marciapiede.

Penso che segnalerò il problema a chi di dovere - conclude considerando che per legge gli uffici pubblici dovrebbero essere accessibili a tutti“.