CALCIO ECCELLENZA: L’IMPERIA SPRECA E IL VADO GODE, AL “CICCIONE” E’ 1-1. I NEROAZZURRI PAGANO UN MERCATO DEFICITARIO/CRONACA E PAGELLE

Calcio Calcio: Imperia Home

L’Imperia non va oltre il pareggio casalingo contro il Vado nella 5ª giornata del campionato di
Eccellenza Ligure. Tanti i rimpianti per la formazione di mister Buttu, che ha giocato un’ottima gara

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

 imperia calcio 2

L’Imperia non va oltre il pareggio casalingo contro il Vado nella 5ª giornata del campionato di Eccellenza Ligure. Tanti i rimpianti per la formazione di mister Buttu, che ha giocato un’ottima gara. In vantaggio con Faedo al 26′ del primo tempo, i neroazzurri hanno però sprecato più volte l’occasione per realizzare il gol del raddoppio (colpendo anche tre pali), subendo il pareggio beffa a 5′ dalla fine in una delle poche sortite offensive dei savonesi, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. 

Un pareggio che evidenzia le lacune di un calciomercato deficitario, condotto senza una logica ben definita, che ha portato l’Imperia ai nastri di partenza con alcuni nuovi innesti di valore e esperienza, come Costantini, Figone e Di Lauro, ma, a fronte degli addi di Sanci e Daddi (capocannoniere lo scorso anno), con un solo attaccante di ruolo, Castagna, affiancato da due giovani ancora acerbi per la categoria, Moscatelli, prodotto del vivaio neroazzurro, e Mehmetaj, proveniente dalle giovanili del Savona.

Il Vado visto al “Ciccione” questo pomeriggio è apparso davvero poca cosa. L’Imperia ha dominato il match, ma è stata incapace di chiuderlo. Le occasioni migliori sono capitate sui piedi di Castagna che, complice anche un pò di sfortuna, non è mai riuscito a trovare la stoccata vincente. E’ indubbio, però, che non si possa far ricadere il peso di tutto l’attacco di una squadra che ambisce al salto di categoria su un solo giocatore, Castagna appunto, per di più non un bomber di razza, quanto più un centravanti generoso. Come è impensabile che Costantini possa risolvere le partite da solo, pur trattandosi di un giocatore dall’indubbio talento. 

Purtoppo la gestione della società Imperia Calcio, negli ultimi anni, è lo specchio della città. Una società come l’Imperia non può condurre un mercato all’insegna dell’improvvisazione (si pensi alla cessione di Ymeri, tra i migliori centrocampisti visti al Ciccione negli ultimi anni), senza programmazione. L’arrivo dell’ultimo nuovo, acquisto, l’argentino Callegari, un difensore, la dice lunga sullo stato confusionale che aleggia nei piani alti del quartier generale neroazzurro. Mancano almeno due attaccanti, e arriva un difensore.

Spiace, perché l’impegno e la buona volontà non si discutono, ma la professionalità sembra oggettivamente mancare, soprattutto se l’obiettivo è conquistare la promozione in serie D e riportare i tifosi allo stadio.

Video sintesi:

Formazioni

IMPERIA: Trucco, Manini, Fazio, Figone, Laera, Di Lauro, Roda, Faedo, Castagna, Costantini, Moscatelli. Panchina: Sadiku, Pinna, Giglio, Callegari, Ambrosini, Mehmetaj. All. Pietro Buttu
VADO: Iliante, Ferrara, Roma, Redaelli, Puddu, Del Nero, Macagno, Locchi, Parodi, Donaggio, Dagnino. Panchina: Balbi, Oubakent, Aurelio, Cirillo, Briano, Scarrone, Scala, Termini. All. Luca Tarabotto

Cronaca

Primo Tempo

14′ OCCASIONE IMPERIA. Castagna tenta la mezza girata, giocata spettacolare ma conclusione troppo debole, blocca agevolmente Iliante.
15′ OCCASIONE IMPERIA. Punizione di Costantini dai 30 metri, Iliante in tuffo toglie il pallone dall’angolino basso, deviando in angolo.
25′ OCCASIONE IMPERIA. Moscatelli approfitta di uno svarione della difesa ospite, ma conclude fuori dal limite dell’area sprecando una buona occasione.
26′ GOL IMPERIA. Sul cross dalla destra di Costantini deviato da un difensore si avventa Faedo che dal centro dell’area di rigore batte imparabilmente Iliante.

27′ Ammonito Tona (V).
28′ OCCASIONE IMPERIA. Straordinaria punizione dai 30 metri di Costantini, la palla colpisce il palo. Sulla ribattuta Castagna di testa, a porta vuota, manda incredibilmente fuori.

31′ OCCASIONE IMPERIA. Di Lauro, su corner dalla destra di Costantini, tutto solo, calcia debolmente da due passi, alza in angolo Iliante.
43′ OCCASIONE VADO. Redaelli da buona posizione, su cross dalla destra, spara alto.

Secondo Tempo

1′ SOSTITUZIONE VADO. Esce Parodi, entra Oubakent.
9′ Ammonito Costantini (I).
11′ SOSTITUZIONE IMPERIA. Esce Figone, entra Giglio.
13′ OCCASIONE IMPERIA. Castagna, solo davanti al portiere ospite, servito da Giglio, colpisce il palo.

14′ SOSTITUZIONE IMPERIA. Esce Moscatelli, entra Pinna.
20′ SOSTITUZIONE IMPERIA. Esce Manini, entra Mehmetaj
20′ SOSTITUZIONE IMPERIA. Esce Roda, entra Ambrosini
21′ Ammonito Puddu (V).
22′ OCCASIONE IMPERIA. Punizione di Costantini dai 35 metri, defilato sulla destra. Il pallone attraversa tutta l’area di rigore e si stampa sul palo.

23′ OCCASIONE IMPERIA. Punizione di Costantini, respinge la difesa ospite. Sul pallone vagante interviene Giglio che colpisce il palo nel tentativo di servire un compagno al centro dell’area.
24′ OCCASIONE IMPERIA. Punizione di Costantini dalla destra, defilato, respinge Iliante.
30′ SOSTITUZIONE IMPERIA. Esce Faedo, entra Callegari.
31′ SOSTITUZIONE VADO. Esce Locchi, entra Termini.
32′ SOSTITUZIONE VADO. Esce Macagno, entra Aurelio.
31′ OCCASIONE VADO. Doppio miracolo di Trucco su Donaggio lanciato a rete, solo davanti all’estremo difensore nerazzurro.
34′ OCCASIONE IMPERIA. Castagna, servito da Mehmetaj, a portiere battuto, leggermente defilato, spreca calciando fuori.
40′ GOL VADO. Colpo di testa vincente di Redaelli su calcio d’angolo, Trucco battuto.
44′ Ammonito Ambrosini (I).
50′ SOSTITUZIONE VADO. Esce Dagnino, entra Scala.

Le pagelle

TRUCCO 6.5 Superlativo sulla doppia conclusione ravvicinata di Donaggio, non può nulla sul colpo di testa di Redaelli.
MANINI 5.5 L’impegno c’è, ma non basta. Non salta mai l’uomo (dal MEHMETAJ 5 Ancora acerbo per la categoria, quando entra non la prende mai).
FAZIO 5.5 Grinta e determinazione al servizio della squadra, ma quando si tratta di impostare sono dolori.
FIGONE 6 Qualche buon inserimento non premiato dai compagni. Gioca una partita ordinata (dall’11’ st. GIGLIO 6.5 Entra con la voglia di spaccare il mondo e si vede. Serve a Castagna un pallone d’oro che il compagno spedisce sul palo a portiere battuto).
LAERA 6 Centrale vecchio stile, gioca una buona gara.
DI LAURO 6.5 Le sue sgroppate alla Franco Baresi mandano in tilt la difesa ospite. Attento in difesa.
RODA 5.5 Il Roda 2, al momento, non vale il Roda 1. Troppo timoroso, sparisce per larghi tratti della partita (DAL 20′ s.t. AMBROSINI 5.5 Chiamato in causa per la sua esperienza, non riesce a dare ordine alla squadra quando, nel finale, inizia ad abbassarsi troppo).
FAEDO 6.5 Ha il merito di trovare il gol del vantaggio e di tenere sempre in apprensione la difesa ospite. A volte manca di sostanza (dal 30′ s.t. CALLEGARI S.V.).
CASTAGNA 5 Spreca almeno tre palle gol clamorose, complice anche la sfortuna, ma non è tutta colpa sua. Non può cantare e portare la croce. Urge un compagno di reparto dal gol facile.
COSTANTINI 7.5 Giocatore totale, di un’altra categoria. Ogni calcio piazzato è un potenziale pericolo (colpisce due pali), dirige la manovra con una visione di gioco da professionista. Alcuni cambi di campo da stropicciarsi gli occhi.
MOSCATELLI 6 Dà l’impressione di non poter mai essere pericoloso, sta di fatto, però, che l’Imperia va in confusione quando esce dal campo. Punto di riferimento offensivo con le sue sponde e il suo gioco di prima, si piace un pò troppo. Ancora acerbo, forse, per la categoria, ha qualità e si vede, ma avrebbe bisogno di poter crescere, soprattutto sul piano fisico e dell’intensità, senza pressioni (dal 14′ s.t. PINNA 5.5 Non incide).

Mister Buttu

Meritavamo i tre punti con tutte le palle gol che abbiamo costruito, abbiamo fatto la partita. Non ci sono i tre punti, ma alla squadra non posso dire niente, avremo  dovuto avere un pizzico di attenzione in più. L’Imperia ha ampiamente meritato la vittoria, però il calcio è questo e se non chiudi la partita poi prendi gol. Dobbiamo mantenere la prestazione e la fiducia e andare avanti. Sono contento dei ragazzi che sono partiti dall’inizio per la prestazione, oggi però chi è partito dall’inizio è andato bene. Questa partita serve da monito per i ragazzi che subentrano per fare la differenza, se vuoi vincere devi fare la differenza”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!