VIOLENZA E CRIMINALITÀ A VENTIMIGLIA, LA DENUNCIA DEL SIAP:”IL SINDACO RICHIEDE MAGGIORE SICUREZZA, MA LA POLIZIA NON HA GLI UOMINI E I MEZZI”

Attualità Home

Così in una nota stampa il SIAP, Sindacato Italiano Appartenenti Polizia, in merito alla delicata situazione di Ventimiglia

siap migranti ventimiglia aggressioni

“Dopo gli ultimi episodi di violenza e criminalità nel territorio Ventimigliese , il sindaco richiede maggiore sicurezza ma il Commissariato di Polizia non ha gli uomini e i mezzi sufficienti a garantire quanto promesso – Così in una nota stampa il SIAP, Sindacato Italiano Appartenenti Polizia, in merito alla delicata situazione di Ventimiglia.

La denuncia del SIAP: Come si può fare sicurezza senza risorse?

“La conformazione del comprensorio della città di confine, seppure non vastissimo, è caratterizzata da numerose aree difficili da pattugliare e mentre la micro criminalità aumenta gli operatori di polizia diminuiscono.

Gli operatori delle volanti oltre al regolare servizio di controllo del territorio per gli interventi di vita quotidiana della città di Ventimiglia, sono sempre più spesso impiegati in servizi di ordine pubblico per l’emergenza migranti, ma da soli nonostante profuso impegno non possono garantire la sicurezza della città giustamente meritata.

Sicurezza che è in mano a circa 20 uomini e donne della polizia di Stato troppe volte costretti a doppi turni, straordinari peraltro non sempre retribuiti e spesso costretti a saltare il giorno di riposo settimanale poiché obbligati per esigenze di istituto alle quali non possono sottrarsi, me pena regolamento né per empatia verso i cittadini.

Il tutto lasciato all’oscuro della Questura di Imperia che non è a conoscenza del loro impegno che sottrae tempo alle rispettive famiglie.

A complicare ulteriormente le attività per gli operatori di polizia sono le strutture fatiscenti del commissariato prive di efficienti sistemi di sicurezza non che è la carenza di veicoli specializzati, quest’ultimi spesso vittime di atti vandalici da parte di stranieri che ne compromettono l’utilizzo con ritardi e costi ingenti per la loro riparazione”.

Segui Imperiapost anche su: