REALDO. SABATO 26 E DOMENICA 27 APRILE LABORATORIO CREATIVO CON LO SCRITTORE MARINO MAGLIANI

Cultura e manifestazioni Home

Ci si ritrova al Rifugio Alpino alle ore 10 di sabato 26 aprile per la sistemazione; si inizia alle ore 10.30.
Marino Magliani introduce gli argomenti e parte l’’officina. Coffee break anche senza break

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Marino Magliani
Marino Magliani

Nel Parco Alpi Liguri (Comuni di Cosio d’Arroscia, Mendatica, Montegrosso Pian Latte, Pigna, Rezzo, Rocchetta Nervina e Triora) è sbocciata la primavera e fioriscono
gli appuntamenti con natura e cultura.

REALDO (TRIORA) –LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA “MARINO AL MONTE” CON MARINO MAGLIANI
Il “monte” è il Saccarello, all’’estremo Ponente Ligure, intersezione tra Italia e Francia, Liguria e Piemonte. Luogo di scambi commerciali una volta, di traffici turistici lenti oggi. Dalle pendici lo guarda il borgo di Realdo. Qui ci incontriamo con lo scrittore ligure Marino Magliani che parte dalle valli imperiesi che si affacciano sul mare e viene dal Mare del Nord, dove vive in Olanda. Marino Magliani terrà sabato 26 e domenica 27 aprile un’’officina laboratorio, una full immersion di due giornate tra lezioni, esempi, suggestioni, in continua interazione con i partecipanti. Noi siamo quelli che amano raccontare le proprie esperienze di viaggio, ma ci mancano le parole, la struttura, forma e
organizzazione.
Ci si ritrova al Rifugio Alpino alle ore 10 di sabato 26 per la sistemazione; si inizia alle ore 10.30, Marino Magliani introduce gli argomenti e parte l’’officina. Coffee break anche senza break. Alle 14 una breve pausa per un pranzo al sacco leggero e informale. A inizio pomeriggio breve passeggiata nel bosco a catturare le suggestioni dell’’ambiente. Marino guida. Rientro al Rifugio, spuntino con tè e biscotti, ultima parte della lezione che si conclude con aperitivo al Rifugio, quindi cena nella locale
osteria, con menu a base di specialità brigasche. Si può continuare a condividere l’’esperienza in comunità pernottando nel Rifugio Alpino.
La giornata di domenica 27 è dedicata ad approfondimenti. Colazione in Rifugio, pranzo al sacco, passeggiata e conclusione dei lavori. Ogni partecipante sarà invitato a produrre un racconto, un reportage ispirato alle suggestioni fornite dall’’officina, un elaborato breve, di due cartelle, da inviare via e-mail a Marino che si impegnerà a discuterne con l’’autore. Il risultato finale sarà un e-book che potrà essere pubblicato.
Il programma in sintesi: il 26 e 27 aprile a Realdo di Triora, dalle 10 di sabato alle 16 di domenica.
a) partecipazione all’’officina “”Marino al Monte””, colazione e spuntini al Rifugio, pranzi al sacco, per €50 euro.
b) in aggiunta, la partecipazione alla cena del sabato “”Marino al Monte” e amici” presso Trattoria Osteria Desgenà” di Realdo, pernottamento al Rifugio Alpino, per €90 euro in totale. Info: Associazione A.S.D. CTE Realdo Alta Valle Argentina – www.realdovive.it -facebook.com/RealdoVive – info@realdovive.it

COLORI E SAPORI DELLA TERRA A VALLECROSIA
A Vallecrosia torna il 26 e 27 aprile il Salone Agroalimentare “ Colori e Sapori della Terra”, evento nato dalla volontà di restituire a Vallecrosia la naturale vocazione fieristico-espositiva che tanto ha caratterizzato la cittadina nella seconda metà del XX secolo. Obiettivo della manifestazione è quello di presentare nelle due stagionalità i prodotti e le attività del territorio attraverso le eccellenze enogastronomiche.
Il Salone vedrà al suo interno un vero e proprio itinerario tra i colori ed i sapori della primavera: i primi rappresentati dalle aziende florovivaistiche e dalle aziende
di macchinari ed accessori per il comparto ortofrutticolo e florovivaistico: i secondi rappresentati dalle aziende agricole e produttrici che metteranno in mostra le loro produzioni tipiche (vino, olio. miele, formaggi, salumi e prodotti da forno). La domenica verrà allestito un farmer market” con prodotti freschi a km zero. I sapori saranno anche i protagonisti in un area adibita a ristorazione denominata “Piazzetta del Gusto”.

CONVENZIONE PARCO NAZIONALE CINQUE TERRE E TRENITALIA
E’ stata presentata martedì 22 aprile alle ore 15, presso la sede del Parco Nazionale delle Cinque Terre a Manrola (SP), la convenzione stipulata fra Trenitalia e il
Parco Nazionale delle Cinque Terre con la nuova card multiservizi. All’’incontro sono intervenuti il Presidente del Parco Vittorio Alessandro, il Direttore Regionale di Trenitalia Enrico Melloni e l’’Assessore ai Trasporti della Regione Liguria Enrico Vesco.

I PERCORSI DELLE FIORITURE IN PROVINCIA DI IMPERIA
Con la primavera ormai inoltrata (anche se il meteo si diverte spesso a farcelo dimenticare), non si può evitare di menzionare l’’aspetto più caratteristico del Parco
Alpi Liguri, la sua straordinaria biodiversità vegetale: grazie alle particolari condizioni climatiche del territorio, che in poche decine di chilometri dal mare consente di giungere sino ad oltre 2000 metri, la flora del Ponente Ligure vanta oltre i 2/3 delle specie conosciute in Europa, con numerosi endemismi e relitti glaciali.
Un’’utilissima sezione del sito internet della Provincia di Imperia offre una mappa delle “zone calde” per gli appassionati di fiori e piante, con itinerari da seguire per
osservare le fioriture più belle e schede suddivise per mese. Consultate anche voi il sito e poi… buona caccia sul campo!
Link al sito: http://fioriture.provincia.imperia.it/

ROCCHETTA NERVINA. LA RISERVA TRANSFRONTALIERA DI TESTA D’’ALPE
Questa settimana la guida del Parco sposta la sua attenzione sull’aspetto prettamente naturalistico dell’’area protetta, per concentrarsi sulla Foresta Demaniale di Gouta-Testa d’’Alpe, situata fra i 1000 e i 1400 metri a nord-ovest della Val Nervia al confine con la Francia. Pregio naturalistico: Si tratta di una delle foreste più estese della Liguria, che ad una manciata di chilometri dal mare offre abeti bianchi, faggi, aceri di monte e pini silvestri, solitamente caratteristici delle zone montane fredde a clima continentale. La flora si fa notare con praterie ricche di orchidee e numerosi endemismi quali la campanula di Savona (Campanula sabatia) e il giglio a fiocco (Lilium pomponium). Qui nidificano il gufo reale (Bubo bubo) e il picchio nero (Dryocopos martius), mentre tra i mammiferi è segnalato anche il rarissimo gatto selvatico
(Felis silvestris). Un po’ di storia: Dal 1947 i trattati postbellici hanno suddiviso la zona fra Italia e Francia, ma negli ultimi anni una collaborazione transfrontaliera attivata con i finanziamenti della Comunità Europea ha dato vita al Progetto ALCOTRA “Riserva Transfrontaliera di Testa d’’Alpe”: iniziato nel 2008, esso si è protratto per
circa due anni sotto la guida dell’Ente Parco Alpi Liguri in collaborazione con le autorità francesi del Dipartimento delle Alpi Marittime.
Perché andarci: Perché ci si immerge in un ambiente naturale che, anche a poca distanza dal mare, dà l’’impressione di trovarsi in realtà simili a quelle di alta montagna; perché il sito offre un elevatissimo livello di biodiversità faunistica e vegetale, emblematico dell’’area Parco e di tutto il Ponente Ligure. Info: Ente Parco Alpi Liguri – Ufficio tecnico-scientifico–. Tel. 0183 753384

INFO PARCO ALPI LIGURI – UFFICIO IAT
P.zza Roma – 18025 Mendatica (IM)
(Orario dal 16 maggio 2013:
MAR/GIO/SAB/DOM ORE 8-13
CHIUSO LUN/MER/VEN)
TEL: + 39 0183 38489
FAX: + 39 0183 752489
infoparcomendatica@libero.it
http://www.parks.it/parco.alpi.liguri/index.php

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!