Imperia: pulizia di alvei, tombini e parco urbano. La capogruppo M5S Ponte all’attacco con 5 question time sull’igiene ambientale/I dettagli

Imperia Politica Politica

La consigliera Ponte ha presentato 5 question time, relativamente alla manutenzione degli alvei dei corsi d’acqua, la manutenzione del Parco Urbano, i sistemi GPS ai mezzi di servizi e la pulizia delle caditoie stradali.

consiglio-comunale-pulizia-imperia-ponte-m5s

Cinque question time in materia di pulizia e igiene ambientale. Così la capogruppo del Movimento 5 Stelle Maria Nella Ponte si presenta al Consiglio Comunale in programma oggi e domani, martedì 27 e mercoledì 28 novembre.

Le interrogazioni della capogruppo Maria Nella Ponte

Nel dettaglio, la consigliera Ponte ha presentato 5 question time, relativamente alla manutenzione degli alvei dei corsi d’acqua, la manutenzione del Parco Urbano, i sistemi GPS ai mezzi di servizi e la pulizia delle caditoie stradali.

Ecco le question Time

Interrogazione breve ex art.71del regolamento del Consiglio Comunale inerente la manutenzione ordinaria degli alvei dei corsi d’acqua nel territorio comunale

La sottoscritta Maria Nella Ponte, Consigliera Comunale per il Movimento 5 Stelle,
PREMESSO CHE
Con DD 1040 del 10/09/2018 il settore Ambiente e LLPP assegnava i lotti per la manutenzione ordinaria degli alvei dei corsi d’acqua nel comune di Imperia, tra i quali il LOTTO 1 Oneglia;
Con Ordinanza Contingibile e Urgente n°323 del 21/09/2018 il sindaco ordinava l’inizio dei lavori, di cui alla DD 1040 entro le successive 72 ore;
Già i primi giorni di ottobre veniva eseguita la pulizia del torrente lmpero a valle del ponte di Viale Matteotti;
Il 09 e 10 ottobre veniva diramata l’allerta meteo arancione, e con Ordinanza Sindacale Contingibile Urgente n°344, venivano disposte tutte le misure a tutela della pubblica incolumità;
Il 26/10 veniva diramata l’allerta meteo gialla;
Nella settimana da 22 al 28/10 l’alveo del torrente Impero risultava ancora ingombro dei materiali di sfalcio e, negli stessi giorni, è stato sfalciato il tratto terminale del rio Baitè, senza asportazione del materiale di risulta.
Nei giorni 29, 30 e 31 ottobre, veniva diramata nuovamente allerta meteo Arancione e Gialla.
Nel computo metrico estirnativo allegato alla predetta DD1040 al punto NB Candizione dei lavorì si
legge “.. omissis.,…in caso di emanazione ..omissis… dello stato di Allerta gialla arancione rossa,
….omissis… L’alveo dovrà essere sgomberato del materiale sfalciato”.
Al momento, nonostante le intense precipitazioni, non si è verificata alcuna “onda di piena” nel torrente lmpero, ma se si fosse verificata con le condizioni del mare rilevate il materiale giacente nell’alveo del torrente sarebbe finito molto probabilmente nel porto di Oneglia.
CONSIDERATO
che dai fatti e circostanze evidenziate in premessa si ravvisa il mancato pieno rispetto delle pattuizioni e clausole contrattuali
TUTTO CIO’ PREMESSO E CONSIDERATO CHIEDE DI CONOSCERE

Se codesta spettabile amminisrazione è a conoscenza dei fatti sopraevidenziati e in caso affermativo se è tollerato o se è stata posta in essere attività formale per ottenere il pieno rispetto delle pattuizioni e clausole contrattuali; in caso negativo, che tipo di attività di verifica è stata posta in essere da parte dell’amministrazione per verificare le modalita di esecuzione del contratto.

Interrogazione breve ex art. 71 del regolamento del Consiglio Comunale lnerente lavori di pulizia e manutenzione area del Parco urbano

La sottoscritta Maria Nella Ponte, Consigliera Comunale per il Movimento 5 Stelle, PREMESSO CHE
Nella interrogazione al CC del 29/08/2018, segnalavo lo stato di degrado del Parco urbano e delle sue “dotazioni” (impianto di irrigazione mal funzionante a causa dell’elevato numero di ugelli rotti, il mancato blocco alla possibilità per le auto di accedere alla pista pedonale in laterizio, rifiuti abbandonati, caditoie sulla pista pedonale completamente ostruite dalle foglie) e chiedevo di conoscere i tempi previsti per il ripristino ed il ritorno ad un onorevole decoro.

A tutt’oggi nulla è stato fatto, da mesi giacciono ai piedi della siepe lato Oneglia bottiglie di vetro e rifiuti vari, ed in particolare nessun intervento sulle caditoie è stato eseguito, sono ostruite da fogliame e sedimenti a ciò consegue il formarsi di estesi e prolungati ristagni di acque meteoriche con prevedibili cedimenti della pista pedonale.

CONSIDERATO CHE
ll C.S.A, parte integrante della O.C.U. 42136 del 22/08/2018, in vigore dal 01/09/2018, prevede espressamente all’articolo 3 la pulizia delle caditoie ad opera dell’Appaltatore Teknoservice;
TUTTO CIO’ PREMESSO CHIEDE DI CONOSCERE
per quale motivo codesta spettabile amministrazione tolleri o non riesca a ottenere il pieno rispetto delle clausole contrattuali da parte dell’Appaltatore, anche in considerazione dell’aumento, sempre a far data dal 01/09/2018, del canone mensile di circa 150.000 euro intervenuto a seguito della riesumazione il 12/08/2018 della Ordinanza scaduta il 30/06/2018.

Evidenzio che la Teknoservice senza un contratto proseguì dal 1/7/2018 al 12/08/2018 l’esecuzione del servizio igiene ambientale anche in mancanza di proroga della Ordinanza del marzo 2018 scaduta in giugno 2018 e nonostante la precaria situazione finanziaria del Comune di Imperia, già in allora ben nota, prestazioni eseguite “sulla fiducia” in base ad accordi (verbali?) con ilsindaco.

Interrogazione inerente Ordinanza Contingibile Urgente 42136/2018 del 11/08/2018 avente ad oggetto Servizio Ambientale SIA nella città di Imperia

PREMESSO CHE
1. ll Capitolato Tecnico facente parte della Ordinanza di cui sopra, all’articolo 15) Mezzi, punti 18), 19) e 20)
a) impone all’Appaltatore di dotare tutti i mezzi impiegati nel servizio, di sistemi di rilevazione satellitare tracking GPS (punto 18).
b) prevede che il Committente (Comune di lmperia), al fine della verifica di ogni obbligo contrattuale in capo all’Appaltatore, dovrà essere abilitato alla ricezione deidati prodotti dal sistema di rilevazione GPS (punto 20).
2. In data 05/11/2018 con accesso agli atti, ho richiesto copia dei rilievi satellitari tracking GPS, relativi ai mesi di settembre e ottobre 2018;
3. In data 08/11/2018 il Segretario Generale Dr. Puglia mi comunicava che da parte del Dirigente competente non era stata ancora esercitata la facoltà prevista al punto 1.b) delle premesse e punto 20 del Capitolato Tecnico

TUTTO CIO, PREMESSO CHIEDE DI CONOSCERE
Se sia stato verificato il puntuale adempimento da parte dell’appaltatore del disposto contrattuale, di cui al punto 1.a) delle premesse;

Per quale motivo non sia stata immediatamente esercitata la facoltà, indispensabile alla verifica del numero dei mezzi impiegati per l’espletamento del servizio SIA ed al controllo delle prestazioni evidenziate nei rendiconti “report” mensili presentati dall’appaltatore.
Sulla base di quali informazioni siano state effettivamente verificate le dichiarazioni dell’Appaltatore con la conseguente emissione dei relativi Certificatidi Pagamento.

Interrogazione inerente Ordinanza Contingibile Urgente 42136/2018 del 11/08/2018 avente ad oggetto Servizio Ambientale SIA nella città di Imperia

PREMESSO CHE
1. ll Capitolato Tecnico facente parte della Ordinanza di cui sopra, all’articolo 15) Mezzi, punti 18), 19) e 20)
a) impone all’Appaltatore di dotare tutti i mezzi impiegati nel servizio, di sistemi di rilevazione satellitare tracking GPS (punto 18).
b) prevede che il Committente (Comune di lmperia), al fine della verifica di ogni obbligo contrattuale in capo all’Appaltatore, dovrà essere abilitato alla ricezione deidati prodotti dal sistema di rilevazione GPS (punto 20).
2. In data 05/11/2018 con accesso agli atti, ho richiesto copia dei rilievi satellitari tracking GPS, relativi ai mesi di settembre e ottobre 2018;
3. In data 08/11/2018 il Segretario Generale Dr. Puglia mi comunicava che da parte del Dirigente competente non era stata ancora esercitata la facoltà prevista al punto 1.b) delle premesse e punto 20 del Capitolato Tecnico pertanto i rilievi satellitari dei percorsi effettuati per lo svolgimento del servizio da parte dei mezzi dell’Appaltatore non sono stati consegnati in allora 08/11/2018, e ad oggi, nonostante un sollecito verbale, non sono ancora nella disponibilità degli uffici comunali, verbalmente mi è stato riferito che sono stati richiesti via mail

TUTTO CIO’ PREMESSO CHIEDE DI CONOSCERE
ln che data e con quali modalità tali tracciati GPS sono stati richiesti all’Appaltatore,
se e in che data l’appaltatore li ha consegnati al committente, in caso negativo quali motivazioni sono state addotte dall’Appaltante.

Interrogazione inerente l’Ordinanza Contingibile Urgente 42136/2018 del 11/08/2018 avente ad oggetto Servizio Igiene Ambientale SIA nella città di Imperia

PREMESSO CHE
1. ll Capitolato Speciale d’Appalto (nel prosieguo C.S.A) facente parte integrante della Ordinanza di cui in oggetto è in vigore dal 01/09/2018, all’articolo 37) Pulizia delle cunette stradali e spurgo caditoie tra l’altro, è precisato letteralmente:
– al punto 1) “A completamento del servizio di spazzamento, l’Appaltatore è
tenuto ad effettuare la pulizia delle cunette stradali, con rimozione dei rifiuti (foglie, detriti ecc) presenti sul bordo delle cunette stesse e presso gli accessi esterni alla rete fognaria delle acque bianche al fine di evitare il convogliamento di tali materiali all’interno delle condotte fognarie in seguito a precipitazioni con conseguenti intasamenti e compromissiane della loro funzionalità”;
– Al punto 3 ” l’Appaltatore è tenuto ad eseguire il mantenimento con rimozione ditutto il materiale presente all’interno dei pozzetti, delle caditoie stradali…”
– Al punto 5) “il servizio si intende compensato nelle attività di spazzamento”
2. ll Capitolato Speciale d’Appalto impone all’Appattatore precisi adempimenti, tra i quali il punto 5) dell’art 37 impone di trasmettere al Committente (Comune di lmperia), contestualmente all’invio della documentazione riepilogativa mensile deiservizi svolti (ex art.9 del C.S.A.) “un report con indicato per ognivia, il numero di caditoie pulite… omississ…”;
3. Settembre 2018 ( primo mese di vigenza del nuovo CSA) L’Appaltatore
ha presentato come previsto al punto 6) art 37 del csa il “report” relativo
alla Pulizia delle cunette stradali e spurgo caditoie dichiarando di non aver esequito alcuna prestazione;
4. Ottobre 2018: l’Appaltatore non ha trasmesso il “report” relativo alla Pulizia delle cunette stradali e spurgo caditoie di cui al punto 6) art 37 del Capitolato Speciale d’Appalto; si può pertanto presumere (così come per il mese di settembre 2018) che non abbia effettuato alcuna prestazione;
5. Il 07/09/2018 il nuovo CSA era in vigore già da 9 giorni e con Determina Dirigenziale n”1003 del avente ad oggetto “Interventi urgenti di pulizia caditoie per efficientamento sistema di captazione acque piovane nei centri cittadini”, il Settore LLPP ha affidato all’impresa Podestà Servizi ed Ecologia srl, l’appalto per l’intervento su circa 700 caditoie al prezza di circa
8O€/cadauna.
6. In tutto il 26/10/2018 in forza del predetto appalto l’impresa Podestà Servizi ed
Ecologia srl ha eseguito 525 interventi per una spesa a carico deicittadini imperiesi di circa 42.000€;
7- Con l’Ordinanza 42136 citata in oggetto , dal 01/08/2018 i cittadini di Imperia versano a Tecknoservice un canone mensile maggiorato di 150.000.€, rispetto al mese precedente (agosto 201 8)
TUTTO CIÒ PREMESSO CHIEDE DI CONOSCERE
Come sia possibile che i cittadini debbano pagare due volte lo stesso servizio

Segui Imperiapost anche su: