mercato-porto-maurizio-imperia-commercio-via-cascione

Imperia: mercato del giovedì, via libera del Consiglio Comunale alla nuova location. “La sicurezza prima di tutto”

Attualità Imperia

Approvata in consiglio la nuova riallocazione dei posteggi del mercato del giovedì di Porto Maurizio. La pratica, presentata dall’assessore al Commercio Gianmarco Oneglio, farà tornare i banchi in via Cascione dopo il trasferimento forzato per via dei lavori di pedonalizzazione.

Gianmarco Oneglio, assessore al Commercio

“Il regolamento del commercio su aree pubbliche prevedrà il criterio anzianità (in caso di parità a iscrizione della società alla camera di commercio e in caso di un’altra parità a sorteggio), per permettere ai soggetti di scegliere il posteggio che maggiormente preferiscono all’interno della planimetria di ricollocazione.

Un’altra modifica al regolamento sarà l’impossibilità di posteggiare automezzo nel posteggio per chi ha il banco in via XX Settembre – via Cascione – piazza Serra, per non coprire la visuale ai negozi, per maggiore bellezza estetica e per preservare nuova pavimentazione. 

Il mercato non deve essere invasivo. Gli esercenti a posto fisso e i residenti non devono vivere il mercato in maniera invasiva come se fosse una cosa che opprime e occlude, deve essere sinergico e deve migliorare la via”.

La pratica è stata approvata con 25 voti favorevoli, 1 contrario e 4 astenuti.

Riallocazione del mercato del giovedì

“La riallocazione del mercato di giovedì riguarderà tutti i banchi degli ambulanti, circa 100. Con i lavori di riqualificazione di via Cascione 47 banchi sono stati spostati. Coloro che sono stati posizionati provvisoriamente in piazza Duomo chiedono da tempo di tornare in via Cascione. Questo lavoro di concertazione va avanti da quasi 3 anni, l’assessore Parodi ha provato a trovare una concertazione fino alla fine. Questa pratica prevedeva l’accettazione unanime da parte di tutti gli ambulanti, 10 di questi non hanno accettato, quindi bisogna procedere con graduatoria di anzianità.

Date le nuove disposizioni dei vigili del fuoco, che prevedono un passaggio di 3 metri e mezzo per i mezzi di soccorso e 90 cm da banco a banco per i portatori di handicap, bisogna cercare una nuova posizione rispetto a via San Maurizio.

Le associazioni di categoria ci hanno proposto via Martiri, c’è la possibilità dell’utilizzo di via D’Azeglio per il passaggio dei veicoli dei condomini in modo da diminuire l’impatto del mercato. Essendo ostruita dai lavori di Arte, abbiamo chiesto un incontro con il presidente che si è reso disponibile a finire i lavori ai due edifici per dare possibilità di transito. 

Ci sarà la possibilità di usare gli alimentare a traini del mercato verso la zona dei parcheggi di via Acquarone e via Canova. In piazza Ricci ci sarà la mobilità alternata con movieri.

Approvata la planimetria, si passerà al posizionamento dei posteggi che potranno essere scelti dai 100 ambulanti a seconda della graduatoria che verrà assegnata.

Togliere i banchi da via san Maurizio dispiace, ma non possiamo prescindere dalla sicurezza. Nonostante si creerà un certo danno alle attività di via San Maurizio, cercheremo di alleviare il danno con il funzionamento dell’ascensore, daremo un parcheggio riservato a coloro che non potranno mettere il furgone dietro il banco.

Era una pratica che si doveva concludere da due anni e mezzo. Pensiamo sia la risposta a quei 47 operatori che soffrono da 2 anni e mezzo, a coloro che vogliono di nuovo il mercato del giovedì in via Cascione e a rendere più fruibile zona di via Martiri”.

La pratica è stata approvata con 23 voti favorevoli, 1 voto contrario (Ponte) e 5 astenuti (Lanteri, Ravioli, Gaggero, La Monica, Gatti).

“Siamo favorevoli – ha commentato la consigliera Enrica Chiarini, Pd democratici per Imperia – a condizione che sia un periodo di sperimentazione e che vengano riconvocate le associazioni di categoria per valutare eventuali modifiche”.

“Via Martiri è una delle vie più importanti di Imperia – ha affermato Luca Lanteri di Progetto Imperiabisogna considerare il problema della viabilità, c’è anche il Palasalute da raggiungere.  La rotonda dell’igiene si paralizzerà. Il mio voto è di astensione”.