Si fingono normali acquirenti per compiere furti all’interno di alcuni negozi, la Polizia denuncia una coppia di 40enni

Cronaca

I due, entrambi cittadini italiani di 40 e 44 anni, fingendosi normali acquirenti attendevano l’attimo propizio per appropriarsi di diversi beni

Un’attività investigativa lampo condotta dagli agenti della Squadra Investigativa del Commissariato di Sanremo ha consentito di individuare una coppia che ha messo a segno diversi furti, prediligendo esercizi commerciali di abbigliamento del centro cittadino di Sanremo.

Coppia di 40enni denunciata dalla Polizia: ecco come compivano i furti

I due, entrambi cittadini italiani di 40 e 44 anni, fingendosi normali acquirenti attendevano l’attimo propizio per appropriarsi di diversi beni. In un primo episodio, la coppia rubava la borsa di una commessa che, intenta a servire dei clienti, non si era accorta del gesto criminoso.

Solo al termine del suo orario di lavoro la malcapitata si accorgeva del furto, ritrovandosi senza la borsa contenente denaro, documenti ed il cellulare. La donna si avvedeva successivamente che con la sua carta di credito era stato fatto un acquisto di 400 euro presso un negozio di “compro-oro” di Sanremo, utilizzati dal malfattore per “regalare” un anello alla sua compagna.

Pochi giorni dopo la coppia agiva ancora in un noto esercizio di intimo dove, con grande destrezza, distraevano la commessa facendola cadere a terra e poi, mentre la donna si offriva di soccorrerla, il complice, approfittando del momento di scompiglio, asportava degli articoli dal negozio, per poi allontanarsi precipitosamente.

Dalla descrizione dei due individui e dalla dinamica dei fatti, gli agenti collegavano immediatamente i due furti e continuavano le ricerche, raccogliendo testimonianze e visionando le telecamere cittadine.

A seguito dell’attività svolta, gli autori dei furti venivano identificati e riconosciuti dalle vittime, complice anche il trasgressivo outfit della donna che non passava di certo inosservato.

All’esito della perquisizione, disposta dall’Autorità Giudiziaria presso il loro domicilio sanremese, veniva rinvenuta parte della refurtiva che sarà riconsegnata ai proprietari.

I ladri venivano quindi denunciati per furto aggravato dal mezzo fraudolento e indebito utilizzo di carte di credito e di pagamento.

Segui Imperiapost anche su: