Tragedia a Taggia: uccide a colpi d’accetta la sorella, arrestato il 62enne Enzo Agostino/La ricostruzione

Cronaca

Secondo una prima ricostruzione Enzo Agostino, custode del cimitero di valle Armea, avrebbe ucciso la sorella Palma Agostino, pensionata, con la quale viveva da circa 6 anni, per dissapori legati alla convivenza

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

È stato arrestato e tradotto nel carcere di Sanremo Enzo Agostino, 62 anni, ritenuto responsabile dell’omicidio della sorella Palma Agostino, ucciso con diversi colpi di accetta all’interno della propria abitazione, di Via Borghi, a Taggia.

Taggia: arrestato Enzo Agostino, è accusato di aver ucciso la sorella

Secondo una prima ricostruzione Enzo Agostino, custode del cimitero di valle Armea, avrebbe ucciso la sorella Palma Agostino, pensionata, con la quale viveva da circa 6 anni, per dissapori legati alla convivenza.

A lanciare l’allarme sarebbero stati alcuni familiari di Enzo e Palma. In particolare, Palma questa mattina avrebbe dovuto recarsi in campagna con la cognata che, dopo le ripetute telefonate andate a vuoto, avrebbe deciso di andarla a prenderla a casa.

Da li a pochi minuti la tragica scoperta, con il ritrovamento del corpo senza vita di Palama Agostino in camera da letto e, a pochi passi, il fratello Enzo in stato di shock.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri, oltre al 118 , al medico legale e al Pubblico Ministero di turno. Una volta accertata la morte violenta di Palma, certificata dal medico legale dopo un esame del cadavere, i Militari hanno condotto Enzo Agostino in Caserma per gli accertamenti del caso.

Ai Militari Enzo Agostino non ha saputo fornire spiegazioni in merito all’accaduto, mantenendo il silenzio. In tarda serata, dopo accurate indagini, per il 62enne è scattato l’arresto e il successivo trasferimento presso il carcere di Sanremo, con l’accusa di omicidio. 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!