Rapina Banca Carige San Bartolomeo Al Mare: colpo di scena in Appello, assolti i tre imputati/La sentenza

Giudiziaria Imperia

I giudici hanno assolto tutte e tre gli imputati, che in primo grado avevano ottenuto condanne pesanti, per non aver commesso il fatto.

Colpo di scena, questa mattina, nel processo d’appello che vedeva sul banco degli imputati Gaetano Di Mariano, 41 anni, Salvatore Ciancio, 38 anni, e Francesco Busicelli, 34 anni, condannati in primo grado in quanto accusati di essere parte del commando che, il 27 febbraio 2012, rapinò la Banca Carige di San Bartolomeo al Mare.

I giudici d’Appello, infatti, hanno assolto tutte e tre gli imputati per non aver commesso il fatto. In sostanza, il colleggio ha accolto la tesi difensiva dei legali (già sostenuta in primo grado), Raffaella Agnese, del foro di Imperia, e Antonio Turrisi, del foro di Palermo, secondo cui non c’erano prove che Di Mariano, Ciancio e Busicelli avessero realmente preso parte alla rapina.

Rapina San Bartolomeo al Mare: imputati assolti in Appello

In primo grado il collegio composto dai giudici Aschero, Trevia e Ceccardi aveva condannato a 6 anni e 6 mesi Di Mariano, a 6 anni Cancio e a 5 anni Busicelli, disponendo anche una provvisionale di 300 mila euro su una richiesta di risarcimento danni pari al bottino della rapina di 769 mila euro avanzata della Banca Carige, costituitasi parte civile.

Secondo l’accusa (Pm Maria Paola Marrali) Di Mariano prese parte attivamente alla rapina, entrando in banca, mentre Ciancio e Busicelli restarono fuori dall’istituto bancario, il primo con la funzione di “palo”, il secondo di “autista”.

Una tesi accusatoria bocciata dalla Corte d’Appello di Genova che ha assolto i tre imputati.

 

Segui Imperiapost anche su: