Sanremo 2019: Mahmood. “Nella canzone c’è una frase in arabo, in ricordo della mia infanzia. Il mio stile? Lo definisco ‘Morocco pop’ “/Foto e video

Sanremo 2019

Ecco l’intervista agli artisti di Sanremo 2019 direttamente dalla Sala Stampa Lucio Dalla.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“Ho scelto di mettere una frase in arabo perché c’è un legame con la mia infanzia. Anche se non lo parlo”. È il commento di Mahmood, durante la conferenza stampa di oggi, dopo le prime due serate della 69ª edizione del Festival di Sanremo.

Sanremo 2019: Mahmood con “Soldi”

Il brano

“Ho voluto portare un tema forte al festival perché a prescindere dalla tematica, qualunque mio brano lo sento in maniera forte. 

Ho scelto di portare proprio “Soldi” a Sanremo perché è la linea guida di Gioventù Bruciata. È carica di rabbia”.

Frase in arabo

“Ho scelto di mettere questa frase perché c’è un legame con il ricordo della mia infanzia. Io non parlo arabo, ma in casa parlo sardo. Però nei miei ricordi c’è mio padre che lo parla. La frase significa:”Figlio mio amore vieni qua”.

A marzo uscirà il mio primo disco fisico”.

Ispirazioni

“I miei ascolti vengono da un modo vecchia scuola. Il primo disco che ho comprato sono i Few geese. Battisti, Dalla, De Gregori e anche diverse cantanti arabe che mi faceva sentire mio padre. Per questo non so mai come definire il mio stile con le categorie di adesso. Allora lo chiamo “Morocco pop”.

Il mio motto è “Non fare agli altri ciò che non vorresti gli altri facessero a te”. 

Il tema dei soldi

“Il titolo può ingannare, perché in realtà parla di come i soldi possono cambiare i rapporti all’interno della famiglia. Possono creare scompensi, bisogna trovare il giusto equilibrio. Non vanno dimenticati i veri valori”. 

Scrittura

Ho iniziato a scrivere canzoni abbastanza tardi, a 18 anni. Ho scritto per altri cantanti, mi piacerebbe scrivere per Carmen Consoli. Sarebbe un sogno”.

Guè Pequeno

“Ho collaborato con lui la prima volta l’anno scorso ed è nata la stima. È il Sinatra del rap italiano. Gli è piaciuto lo stile di Soldi e ha accettato il duetto, anche se non lo avrei mai pensato”.

Curiosità

“Dicono che assomiglio a Di Maio? Fantastico, da Marracash a Di Maio è un attimo.

Ho giocato a tutti i giochi dei Pokemon da Argento a Zaffiro, Rubino, Perla, Diamante, XeY”.

Al termine della conferenza, Mahmood ha regalato alla sala stampa un’esibizione in esclusiva.

Ecco l’esibizione di “Soldi” in sala stampa

 

La diretta in sala stampa

#Mahmood a #Sanremo2019

Pubblicato da Imperiapost.it su Giovedì 7 febbraio 2019

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!