Imperia: il commercio parla sempre più cinese, decine le attività aperte negli ultimi anni / il reportage

Attualità Imperia

早上好 – Zǎoshang hǎo – Buongiorno. Chi non è mai mangiato un involtino primavera, del sushi o altre specialità cinesi? Probabilmente saranno in pochi coloro i quali potranno rispondere io. Chi non è mai andato a comprare una “cineseria”, quei gadget assurdi ma allo stesso tempo utili ad un determinato scopo, o anche qualcosa di veramente utile ad un prezzo molto competitivo in quei negozi, a volte stipati di così tanta roba da essere off-limits per i claustrofobici? Le attività gestite da cittadini cinesi nel capoluogo sono sempre di più e nel corso degli anni sono diventate, per alcuni aspetti, parte integrante delle abitudini degli imperiesi.

Imperia: crescono il numero di attività commerciali cinesi

Da alcuni amati, da altri visti con diffidenza e tacciati, spesso ingiustamente, di concorrenza sleale, la comunità cinese si sta ampliando e radicando: nelle scuole cittadine di ogni ordine e grado si registrano iscrizioni di bambini e ragazzi.

Se oggi un amministratore dovesse mettere “al bando” il sushi (specialità a dire il vero giapponese), così come accadde con il Kebab alcuni fa, perché non fa parte della nostra “tradizione culinaria” siamo certi che vedremmo centinaia di persone marciare, armate di bacchette, sul comune. Negli anni a Imperia sono nate “cinesi” diverse dal solito ristorante o negozio dove si trova di tutto e di più.

Su Oneglia, oltre allo stoico ristorante di via della Repubblica, tra poco non pagherà più il bollo, e al centro massaggi di via Doria , sono stati aperti negli ultimi anni anche un parrucchiere, tre negozi di abbigliamento/scarpe che effettua lavori sartoriali, due Sushi (gestiti da cinesi), due mini market di roba per la casa e il fai da te.

Su Porto Maurizio, oltre al ristorante cinese di Borgo Marina, ha aperto, ieri ha compiuto un anno, “Ivaivo” in via Airenti, un parrucchiere e un ristorante in via XX settembre e due negozi di abbigliamento in via Cascione e un negozio in via Martiri della Libertà. Nel comune di Pontedassio, nell’area dello shopping è da tempo operativo “One Fashion”, store dedicato all’abbigliamento.

Due nuove importanti aperture di attività gestite da cinesi sono imminenti, entrambi nel centro di Oneglia. Dopo la massiccia migrazione della comunità turca, oggi più della metà di loro sono tornata al Paese d’origine, stiamo assistendo ad una migrazione economica e silenziosa della comunità cinese attratta probabilmente dal clima, siamo i primi in Italia, e dalla famosa ospitalità ligure.