Imperia: “Service Learning”, i ragazzi dell’ITIS ripristinano il laboratorio di informatica della scuola media Sauro/Le immagini

Cultura e manifestazioni

Tutta l’operazione avviene sfruttando le possibilità messe a disposizione dal mondo dell’”open source”, attraverso l’impiego di sistemi operativi e software gratuiti

Ha preso il via il nuovo progetto di “Service Learning” del Polo Tecnologico Imperiese.

Si tratta di un approccio didattico innovativo che unisce apprendimento e servizio reso alla comunità. I ragazzi del triennio del corso ITIS in Informatica e Telecomunicazioni hanno avviato un lavoro “sul campo” recandosi presso il plesso di Castelvecchio della Scuola Media “N.Sauro” di Imperia, con l’obiettivo di revisionare e ripristinare il laboratorio informatico sotto la supervisione del Prof. Simone Zanella, Docente di Sistemi e Reti delll’ITIS G. Galilei.

Il progetto nasce da un’idea scaturita da un colloquio informativo tra le docenti della scuola Sauro Federica Balbis, Simone Savona, Enrica Fresia, Cristina Lombardini e il tecnico Massimo Aicardi dell’ITIS durante le scorse prove INVALSI nazionali, che i ragazzi della Sauro hanno dovuto svolgere presso la sede dell’ITIS a causa dell’inadeguatezza della propria aula informatica.

L’intervento comprende un’attività svolta in più momenti, nei quali viene dapprima analizzata la situazione e le caratteristiche dei computer presenti nel laboratorio, dopodiché le macchine vengono rigenerate e riconfigurate per tornare nuovamente operative. Tutta l’operazione avviene sfruttando le possibilità messe a disposizione dal mondo dell’”open source”, attraverso l’impiego di sistemi operativi e software gratuiti e affermati come Linux e LibreOffice, oggetto di studio e lavoro per i ragazzi del corso di Informatica e Telecomunicazioni dell’ITIS. Il tutto senza costi per il destinatario dell’intervento.

Nel Service Learning oltre al valore sociale l’obiettivo è comunque l’apprendimento, al centro dell’attività vi è sempre il ruolo degli allievi, sia nella scelta degli interventi da svolgere, sia nella sua pianificazione ed esecuzione, sotto il coordinamento dei docenti delle discipline di indirizzo.

Un altro aspetto molto importante riguarda la sensibilizzazione dei ragazzi sull’individuazione del materiale elettronico guasto considerato “pericoloso” da smaltire, infatti durante la prima fase dell’intervento si è provveduto a separare metalli e plastica dai componenti elettronici delle macchine da dismettere, consegnando alla scuola i rifiuti già divisi per tipologia e destinazione.

Vista la valenza didattica e di utilità per la comunità il progetto prevede di mettere a disposizione le competenze degli alunni del Polo Tecnologico Imperiese per tutti gli enti (scuole, pubbliche amministrazioni, ecc…) che abbiano necessità di ripristinare e revisionare le proprie attrezzature informatiche.

Segui Imperiapost anche su: