Imperia: sabato 6 aprile concerto di musica sacra nella Basilica di San Giovanni Battista a Oneglia

Cultura e manifestazioni

L’Associazione musicale “Musicartemia” ripropone per oggi, sabato 6 aprile, un nuovo appuntamento per tutti gli amanti delle sette note e del bel canto.

L’Associazione musicale “Musicartemia”, che da anni opera nel panorama musicale e culturale della nostra regione ripropone per oggi, sabato 6 aprile, un nuovo appuntamento per tutti gli amanti delle sette note e del bel canto.

Presso la Basilica di San Giovanni Battista ad Imperia Oneglia con inizio alle ore 21 è in programma un prestigioso concerto di musica sacra intitolato “Ama et propinquabit”, da una citazione del filosofo Sant’Agostino che significa “Ama e lui si avvicinerà”.

Concerto nella Basilica di San Giovanni Battista: ecco i musicisti

La serata sarà animata dalla partecipazione di diversi protagonisti musicali, che vantano successi e prestigiosi curriculum dal respiro internazionale. La voce del mezzosoprano Valeria Mela sarà accompagnata dal flauto di Silvano De Matteis, dai violini di Cristina Silvestro e Vincenzo Città e dalla viola di Wyn Potter. Giancarlo Bacchi si esibirà al contrabbasso, Tiziana Zunino al basso continuo ed organo.

Valeria Mela, imperiese, diplomata e laureata a pieni voti al Conservatorio “Vittadini” di Pavia, è stata protagonista di concerti e produzioni operistiche di musica sacra e da salotto, di Lieder e musica barocca in tutta Italia, Cina e Singapore. Lo scorso anno ha partecipato da solista al recital lirico di G.Verdi al Neuer Theater Dornach di Basilea e tra gli altri appuntamenti, ha cantato, unica ospite italiana, al Festival Opera in Chersones a Sebastopoli in Crimea, emergendo per la qualità della sua natura vocale e per la sua musicalità, che la vede allo stesso tempo anche pianista.

Tiziana Zunino, organista, diplomata in pianoforte ed organo al Conservatorio “Ghedini” di Cuneo, è organista della Chiesa Luterana di Sanremo, nonché della chiesa parrocchiale dei SS. Biagio e San Francesco di Sales in Chiusavecchia. All’attività concertistica affianca quella di insegnante.

Tiziano De Matteis, diplomatosi in flauto al Conservatorio “G.Verdi” di Torino, ha vinto numerosi premi assoluti in vari concorsi nazionali ed internazionali, ha svolto e svolge intensa attività concertistica in varie formazioni cameristiche ed orchestrali. E’ sacerdote della Diocesi di Albenga e responsabile diocesiano della sezione “Musica per la liturgia” della diocesi di Albenga/Imperia e dirige la Schola Cantorum da lui fondata.

Altrettanto blasonati sono i due violinisti: Cristina Silvestro e Vincenzo Città. La prima, diplomatasi a pieni voti al Conservatorio di Torino, ha vinto diversi premi nazionali e frequentato master con i più famosi violinisti del panorama mondiale. Ha collaborato con l’Orchestra Rai nazionale ed è tra i primi violini dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo. Il secondo è da anni protagonista della scena italiana ed internazionale del violino. Fa parte della Filarmonica e dei Cameristi del Teatro Alla Scala di Milano, dove si trova impegnato con i più grandi solisti e direttori d’orchestra del mondo, tra cui Riccardo Muti. Con la prestigiosa struttura milanese partecipa abitualmente a tournee in tutto il mondo. E’ “prima parte” dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo.

Alla viola i presenti potranno ascoltare il gallese Wyn Potter. Diplomato all’University College di Cardiff, Potter vanta collaborazioni con orchestre di mezza Europa, dal Galles all’Islanda, da Montecarlo a Liverpool. Attualmente fa parte, anch’egli, della Sinfonica di Sanremo.

Il contrabbasso vedrà, invece, quale protagonista Giancarlo Bacchi. Questi ha collaborato con l’Orchestra sinfonica della Rai di Torino, con l’orchestra del Teatro “Carlo Felice” di Genova, si esibisce in varie formazioni cameristiche composte sia da archi che da strumenti a fiato. Ha svolto e svolge anche attività didattica nei confronti di giovani musicisti.

Concerto nella Basilica di San Giovanni Battista: il programma

E veniamo al programma del concerto. La serata prevede l’esecuzione di un fitto programma di musica spirituale: dalla Sonata in La minore Opera 1 nr.4 HWV 362 di G.F. Handel alla Erbame Dich dalla Passione secondo Matteo BWV 244 di Johann Sebastian Bach, per proseguire con vari brani tratti dall’Orghelbuclhein dello stesso Bach e concludere con lo “Stabat Mater” di Antonio Vivaldi per alto archi e basso continuo.

Segui Imperiapost anche su: