Prende a calci un’auto e minaccia il conducente che si rifiuta di dargli un passaggio: uomo denunciato dai Carabinieri/I dettagli

Provincia

Le festività pasquali sono entrate nel vivo e i Carabinieri hanno intensificato i controlli.

Le festività pasquali sono entrate nel vivo e, come di consueto, è atteso un importante afflusso turistico in provincia.

In tale quadro, il Comando Provinciale dei Carabinieri ha disposto l’intensificazione dei servizi di controllo del territorio, affinché le persone possano trascorrere in tranquillità sia le festività pasquali, sia il ponte del primo maggio.

In tale ottica, i Carabinieri saranno dispiegati nei luoghi in cui si registra la maggior concentrazione di persone ed il maggior traffico, a tutela della sicurezza della collettività, di giorno come di notte.

Festività Pasquali: maggiori controlli dei Carabinieri in Provincia di Imperia

Nelle operazioni concorreranno – in supporto ai militari del Comando Provinciale – altre unità: sono infatti presenti in provincia i Carabinieri della Compagnia di Intervento Operativo del 6° Battaglione “Toscana”, impiegati nel territorio delle Compagnia di Ventimiglia e Sanremo, così come non è passato inosservato l’elicottero del 15° Nucleo di Villanova d’Albenga che sorvola – in missioni di osservazione e controllo del territorio – l’intera area provinciale. Più discreta, invece, l’attività che stanno eseguendo i Carabinieri del N.A.S. di Genova, a tutela del consumatore.

Le attività messe in atto

I servizi stanno già dando i primi risultati: nel corso di un’ispezione ad un locale di Taggia, i Carabinieri di quella Stazione hanno denunciato una persona, trovata in possesso di documenti falsificati; ad Olivetta San Michele, uno straniero è stato intercettato e denunciato perché aveva minacciato una persona che si era rifiutata di dargli un passaggio, danneggiandogli il veicolo a calci e pugni; i militari del citato N.A.S. – nell’ambito dei controlli nel settore prodotti da forno, dolciari e tipici delle festività pasquali – hanno segnalato all’Autorità giudiziaria i titolari di un esercizio pubblico, ritenuti responsabili di tentata frode in commercio, in quanto avevano posto in vendita colombe di produzione industriale come prodotte in proprio.

Segui Imperiapost anche su: