Imperia: i bimbi della Scuola di Caramagna alla conquista della bandiera verde. “Dall’orto alla raccolta differenziata”/Foto e video

Cultura e manifestazioni

La Scuola di Caramagna presenta le iniziative messe in atto nell’ambito del progetto “Eco Schools” per l’ottenimento della bandiera verde.

Si è svolto oggi, martedì 14 maggio, presso la Scuola Primaria Renata Vercesi dell’I.C. Boine, il terzo eco-comitato che porterà la scuola al raggiungimento della bandiera verde come scuola eco-sostenibile.

L’iniziativa è organizzata in collaborazione con il Comune di Imperia con il supporto degli assessori Marcella Roggero e Laura Gandolfo, della Scuola SEI-CPT di Imperia, dai i genitori dell’associazione Angsa di Imperia e dai fondatori dell’associazione Business Voisis.

Presenti anche Marina Dri e Albina Savastano, referenti regionali del progetto Eco Schools.

Marcella Roggero

“Una bellissima iniziativa che ha coinvolto diverse scuole di Imperia, le quali stanno lavorando ad importanti progetti che verranno mandati a Roma per ottenere la bandiera verde.

Imperia ha ottenuto la bandiera blu e ci siamo prodigati affinché anche la bandiera verde potesse sventolare a Imperia e tramite i plessi scolastici.

L’orto, così come lo studio che è stato fatto sui rifiuti o così come quello sull’extra consumo nelle scuole, sicuramente, è encomiabile da parte dei docenti, le quali voglio ringraziare perchè sono sempre disponibili ad accogliere i nostri progetti e i ragazzi, che sono il nostro futuro e sicuramente ci insegneranno molto”.

Simona Refforzo

“Abbiamo creato un progetto sull’orto. Un progetto organizzato dai bambini, che hanno piantato sia fiori che erbe aromatiche e basilico. Tutto un lavoro organizzato con le insegnanti durante l’orario scolastico.

I bambini si sono impegnati con i rastrelli e tutti gli strumenti a piantare tutte le piantine. Si occupano ogni giorno a innaffiarle e sono loro che curano l’orto stesso.

Lo abbiamo fatto all’ingresso della scuola, in collaborazione con i bambini e con tutte le insegnanti.

I bambini riescono a esprimersi al meglio ed entrano in contatto con una didattica diversa da quella rappresentata semplicemente dai libri”.

Manuela Gandolfo

“Noi siamo una scuola in un contesto rurale dove abbiamo comunque la possibilità di dare ai ragazzi una scuola dove al centro dell’educazione mettiamo proprio il bambino.

All’interno di questo programma siamo riusciti a manifestare tutte le nostre iniziative, a partire dall’orto didattico. Alunni alcuni con difficoltà, all’interno di questo plesso siamo 8 insegnanti di sostegno, per una scuola adatta per tutti.

All’interno di questo progetto abbiamo inserito oltre all’ecologia e all’orto, abbiamo dato importanza anche al progetto emotivamente, all’interno del quale spieghiamo ai ragazzi e dimostrare che anche se siamo diversi, la differenza può essere un punto di aiuto per capire anche noi stessi”.

Ilaria – sindrome di asperger

“Per me è stato un onore partecipare. Mi piacerebbe raccontare la mia esperienza per aumentare la consapevolezza su questa tematica. Vorrei proprio partire dai bambini, perchè i bambini sono i migliori ascoltatori, ti guardano senza un velo o una barriera.

Approcciandomi a loro mi piacerebbe che magari ne parlino anche con i loro genitori, mi piacerebbe arrivare a delle autorità, come possono essere le autorità mediche o dei maestri di sostegno. 

Mi ispiro al modello della mia dottoressa che mi ha aiutato tantissimo, Simonetta Lumachi, perchè lei dà se stessa per gli altri. Mi piacerebbe essere come lei”.

Delia Ansaldi

“La bandiera verde è un premio internazionale cui il nostro istituto, l’I.C. Boine sta lavorando per riceverla. Noi la riceveremo il 6 giugno nella sala del consiglio da una associazione internazionale che si occupa dell’ambiente e delle risorse ecosostenibili”.


Segui Imperiapost anche su: