RITARDO SUI LAVORI A BORGO MARINA – I COMMERCIANTI SUL PIEDE DI GUERRA: “PRONTI A CHIEDERE I DANNI AL COMUNE, ZAGARELLA NON CI RISPONDE”

Home Imperia

civ borgo marina (2)

Imperia – “Azioni legali e manifestazioni di protesta”. Si preannuncia un’estate incandescente per l’amministrazione Capacci ma in particolare per il vice sindaco e assessore ai lavori pubblici Giuseppe Zagarella colpevole, secondo alcuni commercianti di Borgo Marina di non aver mantenuto la parola data sulla tempistica di fine lavori di riqualificazione della zona iniziati lo scorso ottobre. Dopo i famosi 150 giorni seguiti dalla scadenza pasquale (intervallati da alluvioni, terremoti, sono mancate solo le cavallette, ndr), l’assessore, secondo l’associazione di categoria Confesercenti, presente alla riunione del C.I.V. tenutasi ieri ai Bagni Oneglio, non sarebbe più in grado di dare una data certa di termine lavori.

Nel frattempo, però, alcune delle attività sono davvero in difficoltà a causa del cantiere in essere. La drammaticità delle testimonianze dei commercianti, alcuni davvero disperati, prelude a possibili imminenti nuove chiusure e per evitare ciò l’associazione di categoria assieme al CIV chiederanno un incontro con il sindaco Capacci e potrebbero dare mandato a un legale per intentare causa contro il comune di Imperia per farsi risarcire del mancato guadagno.

“Stiamo valutando la possibilità di chiedere i danni al comune – hanno dichiarato i presenti – ci mandano i vigili a farci le multe, continuano a prosciugarci con le tasse, la spazzatura e le multe, non ne possiamo più. Siamo a metà maggio e i lavori non sono terminati, vogliamo delle risposte concrete e dei tempi di ultimazione delle opere certi. Non c’è la volontà di venirci incontro, abbiamo chiesto per la pavimentazione davanti ai giochi ma non ci hanno degnato di una risposta. Ci attiveremo anche sollecitando il Prefetto e organizzeremo una manifestazione di protesta nei prossimi giorni”.

civ borgo marina (3)