Imperia: primo consiglio provinciale dell’era Abbo, ecco deleghe e incarichi/Foto e Video

Attualità Imperia

Il neo presidente, eletto lo scorso 11 maggio, dopo il giuramento ha pronunciato un breve ma intenso discorso di saluto e di indirizzo.

Si è tenuto questo pomeriggio il primo consiglio provinciale dell’era Abbo. Il neo presidente, eletto lo scorso 11 maggio, dopo il giuramento ha pronunciato un breve ma intenso discorso di saluto e di indirizzo, richiamando i compiti dell’Ente ma anche i principi fondanti della convivenza civile.

Al termine della seduta Domenico Abbo ha comunicato le deleghe conferite ai consiglieri.

Imperia: insediato il nuovo consiglio provinciale

Le deleghe

  • Mario Conio (Sindaco Taggia): edilizia scolastica.
  • Giorgio Giuffra (Sindaco Riva Ligure): ciclo dei rifiuti e cemento armati.
  • Enrico Ioculano (Sindaco uscente Ventimiglia): progetti europei.
  • Franca Saluzzo (consigliere comunale Vasia): patrimonio extrascolastico e dimensionamento rete scolastica.
  • Luigino Dellerba (Sindaco Aurigo): viabilità provinciale.
  • Marzia Baldassarre (consigliere comunale Bordighera): ambiente e società partecipate.
  • Marina Avegno (consigliere comunale uscente San Lorenzo al Mare): trasporti.
  • Patrizia Biancheri (consigliere comunale Vallecrosia): promozione del territorio.

Senza deleghe Claudio Scajola (Sindaco Imperia) e Alberto Biancheri (Sindaco uscente Sanremo) che, ha spiegato il presidente Abbo, “mi aiuteranno in altri modi”.

Domenico Abbo

Discorso insediamento

Intervista

“Ho fatto un discorso di insediamento per evidenziare anche questioni personali, questioni che vanno oltre quella che in fondo è un po’ la mia storia.

Oggi per me è il momento più alto della mia vicenda personale a livello pubblico, questo mi è sembrato giusto dire.

Pertini e Govi sono due grandi personaggi di una terra di Liguria che ha sfornato tantissimi uomini illustri. Oggi è toccato a loro, ma ne citeremo altri lungo il mio cammino.

Sono stato designato Presidente prima di Pasqua, in realtà ero già presidente, anche perchè con la vicenda del candidato unico mi ero già messo a lavorare ed affrontare i temi.

I programmi sono risolvere quanto prima i problemi che abbiamo, che sono la questione idrica, l’università, qualche problema sulla vicenda dei trasporti, anche quella va affrontata. Queste sono diciamo le cose più pressanti.

Poi c’è tutto il resto, non dimentichiamo l’edilizia scolastica e la viabilità che sono quelle per le quali abbiamo effettivamente i finanziamenti. Sono le funzioni concrete. Quelle che ho citato prima sono le grandi problematiche della nostra Provincia.

Le deleghe? Questa suddivisione è avvenuta attraverso una serie di colloqui con i consiglieri e alla fine ognuno ha scelto delle cose che gli piacevano, senza contrasto con gli altri. È stato anche molto facile arrivare a questa composizione.

L’edilizia scolastica a Conio, il ciclo dei rifiuti e il cemento armato a Giuffra, a Ioculano abbiamo dato i progetti europei, a Saluzzo patrimonio extrascolastico e dimensionamento della rete scolastica, a Dellerba la viabilità provinciale, a Baldassarre la tematica ambientale e la società partecipata, a Avegno i trasporti e a Biancheri la promozione del territorio.

Nell’elenco mancano i due sindaci principali,  il capoluogo, Imperia, e Sanremo, che è la città più grande, che mi aiuteranno in altri modi”.

 

Segui Imperiapost anche su: