Ineja 2019: Imperia, al via giovedì 13 giugno la Festa di San Giovanni. “Nuova location per rendere la città viva”/Foto e Video

Cultura e manifestazioni

Il 13 giugno prenderà il via la 39ª edizione della “Festa di San Giovanni”. Per l’edizione 2019 le novità saranno davvero molte.

Il 13 giugno prenderà il via la 39ª edizione della “Festa di San Giovanni”: un ricorrenza da “nozze d’agata” secondo le regole degli anniversari di matrimonio. Per l’edizione 2019 le novità saranno davvero molte.

La prima, come è già stato anticipato, è il cambio location: Ineja infatti sarà allestita non più su piazzale Cristino ma a pochi metri di distanza, sul molto corto, accanto alla ruota panoramica. Il “London Eye” imperiese sarà molto importante per Ineja 2019: sul suo display scoreranno infatti, le informazioni utili agli ospiti e a tutti coloro che si troveranno in città. Ineja si fa bella…e diventa anche tecnologica.

Il commento dell’assessore Simone Vassallo

“Nuova edizione, un restyling della festa di San Giovanni che mantiene il suo valore storico.

Una bella soddisfazione perchè viene anche fatto un rodaggio intenso di questa area. Ci sarà il primo utilizzo con una logistica importante, con una festa che credo sia tra le più grandi che viene fatta in città. L’utilizzo anche del Deposito Franco.

Una bella soddisfazione anche dal punto di vista dell’amministrazione e una piena collaborazione con il Comitato San Giovanni che si è impegnato e dato da fare per la realizzazione di questo appuntamento atteso dai cittadini e non solo.

Non vuole essere un motivo per cambiare la location per cattiveria, ma vuole essere un motivo che l’amministrazione ha individuato. Ha individuato un’area spettacoli, un’area della città che era inutilizzata, per creare eventi e creare una città viva.

Abbiamo cercato di inaugurare il tutto e adesso cerchiamo di mettere a regime questa area come è giusto che venga promossa e utilizzata.

Il bene della città è quando l’amministrazione comunale e le istituzioni vanno a braccetto con le associazioni e individuano un percorso che sia concreto e soddisfacente con tutti.

I bracci di ferro non servono, anche perchè l’amministrazione ha le porte aperte e chiaramente è lei che da la location e identifica quello che si può fare all’interno della città e all’interno di un programma.

Bisogna calendarizzare il tutto, programmare il tutto e dopo di che bisogna promuovere il tutto. Bisogna fare una sorta di promozione, dove sta lavorando bene l’assessorato al turismo, il collega Oneglio si sta dedicando a questo con il sindaco e tutta la giunta. Dobbiamo portare la gente a Imperia e trovare un motivo perchè ci possa rivenire e portare ancora più persone.

Le associazioni sono portate all’onore del mondo dall’amministrazione, ma poi dobbiamo anche creare un percorso nuovo dove Imperia si identifica in un brand della città”.

Marco Podestà

“Speravamo di avere più tempo per farla, ma siamo arrivati a ridosso. La vediamo una bella occasione di rinnovamento per i prossimi anni e anche una riduzione di costi di logistica che sono stati molto alti.

Siamo riusciti a non rinunciare a niente di quello che è il nostro contenitore, il cibo, gli spettacoli, la cultura. Siamo riusciti, nonostante siamo passati da 10 mila metri quadri a 3 mila, a mantenere tutto dentro con una attenzione maggiore agli spazi.

Per il discorso del cibo, visto che abbiamo ridotto gli spazi, abbiamo allungato il periodo delle cucine dalle 19 alle 23. Riusciamo a soddisfare un po’ tutti quelli che magari gradiscono venire qui.

Li spingiamo a venire, le famiglie con gli spettacoli per bambini alle 20.30 e gli altri un po’ più tardi. Cerchiamo di mantenere quello che è un format vincente anche con uno spazio ridotto.

Sfruttiamo Piazza de Amicis, ci saranno tutti gli spettacoli dei bimbi con artisti che ruoteranno tutte le sere. Ci sarà la pesca della zucchetta. L’anno scorso abbiamo aiutato la Croce Rossa, quest’anno stiamo definendo un progetto. Lo dobbiamo ancora decidere, ma lo divulgheremo prima di iniziare la festa.

Ci sarà la tenda degli incontri con la presentazione di libri e mostre. Noi la chiamiamo anche la tenda della cultura. Diamo spazio a che ha fatto degli eventi e a chi vuol presentarsi”.

Al via il 13 giugno la Festa di San Giovanni: ecco orari e programma

Nuovi orari

Quest’anno cambiano anche gli orari delle cucine: l’apertura al pubblico per assaggiare la cucina di Ineja Food non sarà più alle 19.30 bensì alle 19.00. In questo modo tutte le famiglie con bambini avranno modo di spostarsi in un orario idoneo verso piazza De Amicis: sarà proprio questa infatti la nuova location dedicata ai più piccoli, con gli spettacoli di Fortunello e Marbella e dei loro amici artisti.

Area food

Molte le novità sulla nuova area food: non cambia solo la location ma anche la cucina si rinnova. La struttura unica lascia il posto ad un’area distribuita in modo decentralizzato: il corpo centrale sarà dedicato alla preparazione dello stoccafisso nel suo storico pentolone, alle fritture di acciughe e totani e alle cozze, mentre nelle capannine autonome verranno cucinati spaghetti al pomodoro o pesto e penne all’ amatriciana. Una terza area sarà invece dedicata ai “grigliati” ovvero salsiccia, hamburger e sovra cosce di pollo, ma anche al tradizionale minestrone, alla novità del “cundijiun” e alle gettonatissime patatine fritte: il tutto condito con un eccellente olio extravergine e innaffiato da ottimo vino.

Collaborazioni

Il comitato di San Giovanni si avvarrà della collaborazione del Liceo Vieusseux di Imperia: gli studenti si occuperanno di effettuare sondaggi e di accogliere gli ospiti.

Spettacoli

Saranno tre le zone adibite ad ospitare gli eventi collaterali della festa: Banchina Aicardi, Piazza Edmondo De Amicis e Calata GB Cuneo.

Durante Ineja 2019 il Comitato ha preparato un calendario ricco di eventi, adatti come sempre alle famiglie e a tutti i tipi di ospiti che frequentano abitualmente la manifestazione o che la visitano per la prima volta.

Particolare attenzione è stata posta come sempre ai momenti culturali. Nella tenda incontri verranno infatti presentati due libri di autori locali. Eccoli nello specifico: il 21 giugno sarà la volta dell’opera di Francesco Vatteone mentre il 26 giugno quella di Laura Cerponi.

Per quanto riguarda la musica saranno presenti varie associazioni della città quali: l’Associazione Musicale Panta Musicà, il Gruppo Musicale Stregoni con musica gospel ed etnica, assieme a Mox e Above the Tree si esibiranno musicisti di ogni estrazione e provenienza in un vero e proprio laboratorio-live legato al progetto SPRAR.

Non mancheranno le associazioni sportive come ad esempio Old Wild West, ASD Niche, Asd Boxing Center, danze Standard e latine delle scuole CSEN, Associazione Sportiva Il Cerchio d’Oro, Arts Studio, Fudoshin Karate, Studio Danze e molte altre.

E per chi ama ballare? Tutte le sere dopo le 22 DJ Tex si occuperà di balli di gruppo, dance, liscio e latini. Alcune serate avranno un tema decisamente speciale: musica dal vivo con l’orchestra “Sorrisi e Musica”, la serata brasiliana, la serata danzante con l’orchestra “Cristian e la Luna Nueva” e l’attesissimo appuntamento a tema“Foot Lose“.

Spazio anche per gli amici a 4 zampe con il dog day: dog dance dimostrazione ed esibizione di addestramento cinofilo a cura dell’Associazione Extrema Thule2 Liguria di Imperia. Divertimento ma anche cura degli animali con l’intervento della dott.ssa Lisa Corradi – Medico Veterinario.

Come da 39 anni a questa parte la notte del 24 giugno sarà dedicata allo spettacolo dei Fuochi d’artificio presentato dalla ditta Martarello, per i festeggiamenti di San Giovanni.

Per le famiglie e i bambini gli spettacoli saranno tutti ambientati a pochi passi dalla ruota panoramica, in piazza De Amicis, con molte sorprese per tutti.

Plastic free

L’obiettivo di Ineja è da sempre quello di mantenere e tramandare le tradizioni, senza però dimenticare di rimanere al passo con i tempi. Già da diversi anni il Comitato di San Giovanni ha riposto particolare attenzione all’ambiente e all’ecologia. Quest’anno l’impegno andrà oltre le aspettative e la manifestazione diventerà “Plastic Free”.

A partire proprio dal 2019 Ineja inizia, in collaborazione con il Comune di Imperia, la raccolta compostabile. In cosa consiste? Ogni utente che sceglierà la festa di San Giovanni riceverà assieme al vassoio con i piatti scelti, vettovaglie integralmente compostabili che, una volta utilizzate, saranno “scaricate” negli appositi contenitori per la raccolta differenziata.

Ineja, ancora una volta, si pone all’avanguardia della raccolta differenziata nelle manifestazioni contribuendo a far diventare Imperia una città “Plastic Free” nello spirito di sensibilizzazione all’ambiente e all’ecologia.

Mercantineja

Giunge alla sua 11esima edizione anche MercantIneja, l’area dedicata alla mostra mercato parallela alle festa di San Giovanni, organizzata da Espansione Eventi di Paola Savella. Per l’edizione 2019 saranno 50 gli espositori presenti in calata Cuneo, provenienti da tutta Italia.

L’area espositiva sarà aperta tutti i giorni dal 13 al 25 giugno con un ventaglio di scelte adatto a ogni tipi di visitatore: dai tavoli in ferro battuto alle ceramiche di Caltagirone, dagli infissi ai mobili ed arredamento etnico,, ma anche divani, abbigliamento ed accessori. Particolare attenzione anche alla gastronomia, con pasticceria ligure, napoletana, siciliana, siriana ed ungherese.

Gli ospiti potranno inoltre scegliere tra offerte particolari quali insalate orientali, liquirizia e olio extravergine d’oliva, taralli pugliesi, salumi aquilani e piemontesi. Non mancheranno birra, caffè e mojito ai mirtilli. E per andare incontro agli interessi di tutti, saranno presenti anche stand di bijotteria, giochi virtuali, auto e tante altre curiosità.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito www.ineja.it

Segui Imperiapost anche su: