Imperia: giovedì 13 giugno la Giornata Mondiale del Rifugiato. “Tema complesso, va affrontato con la massima serietà”/Il programma

Cultura e manifestazioni

Si parte con il convegno “Professione Accoglienza” alle ore 9.00 presso la sala convegni della Biblioteca comunale di Imperia, che sarà aperto dal saluto del sindaco Claudio Scajola

Anche Imperia è pronta a celebrare la Giornata Mondiale del Rifugiato. Previsti diversi appuntamenti nel corso della giornata di giovedì prossimo, 13 giugno.

Si parte con il convegno “Professione Accoglienza” alle ore 9.00 presso la sala convegni della Biblioteca comunale di Imperia, che sarà aperto dal saluto del sindaco Claudio Scajola e al parteciperanno: Camilla Orlandi, responsabile Dipartimento per l’integrazione e l’accoglienza, gestione immigrazione di ANCI, Walter Massa, Responsabile nazionale di ARCI Immigrazione, Flaminia Vola, coordinatore per l’Europa Occidentale della sezione migranti e rifugiati del Sottosegretariato per lo Sviluppo Umano Integrale del Vaticano, Giuseppe Traina, tutor territoriale della Liguria del Servizio Centrale SPRAR.

Nel pomeriggio, sempre presso la Biblioteca Comunale di Imperia, ci sarà la proiezione di un estratto del film documentario “Paese nostro”, che sarà seguita da alcune presentazioni di vari progetti a cura delle accoglienze Imperiesi. Si chiude la sera, alle 21, con il concerto del gruppo Stregoni nell’area spettacoli della Festa di San Giovanni.

L’evento è a cura del Progetto SPRAR del Comune di Imperia, gestito dalla Cooperativa Sociale Jobel, in collaborazione con il Coprim, sigla che raccoglie i principali enti gestori delle accoglienze Cas del territorio provinciale, Arci Liguria, l’associazione Cineforum.

“Il tema dell’accoglienza è complesso e va affrontato con la massima serietà, sottolinea l’assessore Luca Volpe. “La Giornata Mondiale del Rifugiato ci offre la possibilità di un momento di riflessione a 360 gradi sulla questione, utile a comprendere ancora di più positività e criticità dell’attuale sistema, partendo dall’esperienza di chi quotidianamente opera in questo campo”.

Segui Imperiapost anche su: