Imperia, “Sei Mattina”: ecco la nuova “hit” dell’estate di Eugenio Ripepi. “Un pezzo ironico, tra un tuffo nei laghetti e un fenicottero gonfiabile”/ Il video

Cultura e manifestazioni

Il video di “Sei mattina”, pubblicato in anteprima su ImperiaPost, si svolge interamente presso il suggestivo “Lagu da Castagna” a Tavole. 

Tra un tuffo nei laghetti e qualche strumento musicale giocattoloEugenio Ripepi, in compagnia di Dj Keyo, inaugura l’estate 2019 con un brano tutto da assaporare.

Stiamo parlando di “Sei mattina”, il singolo che anticipa il nuovo album dell’artista imperiese che uscirà il prossimo autunno.

Eugenio Ripepi racconta il suo ultimo singolo “Sei mattina”

Il video di “Sei mattina”, pubblicato in anteprima su ImperiaPost, si svolge interamente presso il suggestivo “Lagu da Castagna” a Tavole. 

Girata e diretta da Cagliostro, alla prima regia, la clip è stata prodotta da Fabrizio Noè. Location manager Francesca Gazzano, assistente di set Michele Patti.

Com’è nato il video?

“Volevamo realizzare qualcosa di umoristico e ironico – racconta Eugenio Ripepi – che andasse al di fuori dell’autocompiacimento cantautorale che spesso si trova. Un pezzo fresco, estivo, che abbiamo inciso diversi mesi fa con dj Keyo di Ventimiglia. Lui ha curato la produzione e ha arrangiato il pezzo. Il mastering è stato eseguito dall’Ithil World Studio di Imperia, dal sound engeneer Giovanni Nebbia”.

Dove avete lo avete girato?

“Il video di “Sei mattina” lo abbiamo girato a Tavole, vicino a uno degli splendidi laghetti. In particolare presso il suggestivo “Lagu da Castagna”, nella località “A Giaira”. È stato realizzato con standard professionali.

Nel video siamo presenti io e Keyo, mentre suoniamo strumenti giocattolo, con serietà, e poi ci inoltriamo nei laghetti, attrezzati con salvagenti improbabili e braccioli, giocando con un pallone e su un’altalena. Un’immagine bucolica e agreste, ma molto ironica. Abbiamo scelto di non prenderci sul serio.

Io mi sono occupato di testo e musica, alla chitarra c’è Puglia, e alla tromba Gabriele Polimeni. Alla fine c’è un suo assolo molto bello con un salvagente a forma di fenicottero in primo piano”.

Come mai il titolo “Sei mattina”?

“Nel ritornello recito “sono il buio, non sconfiggo la mattina, sei mattina”. È una considerazione su di sé come elemento di oscurità e dell’altro come una luce che, però, non è in grado di farsi assorbire dal buio. Anche la propria parte peggiore caratteriale non riesce a scalfire una sorta di luce, di energia positiva che rappresenta l’altra persona.

Come molti miei pezzi, l’ho scritto tanti anni fa e arrangiato nel 2017. Il video lo abbiamo girato solo ora perché ci sono le condizioni ideali”.

Da quanto ti dedichi alla musica?

“Sono 20 anni che faccio musica, una grande passione che, nonostante tutti gli impegni, non ho mai abbandonato. Il primo disco, “La buccia nel buio”, ha visto la luce nel 2011. Dopo 8 anni, il prossimo autunno, uscirà il nuovo disco “Roma non si rade”. La copertina sarà di Settimio benedusi. Saranno presenti 14 brani, di cui diversi singoli già usciti e anche tanti pezzi nuovi. Tra questi ovviamente “Sei mattina” e “Specchi negli specchi“, il cui video, girato a Bajardo, uscirà a breve”.

Ecco il video in anteprima

Segui Imperiapost anche su: