Festival del Maro 2019: sette serate di musica e cultura a partire da mercoledì 24 luglio/Il programma

Cultura e manifestazioni

La serata di apertura sarà mercoledì 24 luglio in Piazza Felice Cascione a Borgomaro alle ore 21 con lo spettacolo: “Chi dice donna dice…dono”.

Dopo il successo di pubblico ottenuto nell’edizione 2018 l’associazione musicArtemia organizza un nuovo evento promosso non solo dal Comune di Borgomaro ma anche dal Comune di Aurigo allargando in tal modo la possibilità di coprire, con un’offerta artistico musicale, tutta la Valle del Maro.

La manifestazione ha inoltre il patrocinio della Regione Liguria, della Provincia di Imperia e dell’Associazione Assisi PAX International. L’associazione musicArtemia ha come intento la valorizzazione del nostro territorio e dei talenti artistici soprattutto della nostra provincia.

Il tutto è reso possibile per la partecipazione di sponsor privati che credono nella cultura e nell’arte quali veicoli per portare turismo e creare momenti piacevoli da condividere con i residenti.

Sette sono le serate che nel depliant illustrativo vengono contrassegnate da una stella. Si invita pertanto lo spettatore a seguire il percorso delle stelle per raggiungere i paesi in cui i vari artisti si esibiranno.

Festival del Maro 2019: il calendario degli eventi

La serata di apertura sarà mercoledì 24 luglio in Piazza Felice Cascione a Borgomaro alle ore 21 con lo spettacolo: “Chi dice donna dice…dono” interpretato dal Coro conClaudia di Imperia diretto da Margherita Davico e accompagnato al pianoforte dal m° Tiziana Zunino e dalle violoncelliste Cecilia Borelli e Giulia La Greca. I testi sono di Laura Marvaldi dell’Associazione Culturale A Lecca Valle Impero.

Un prezioso cammeo è rappresentato dalla partecipazione di alcuni coristi del coro Mongioje che hanno gentilmente e generosamente accettato l’invito a cantare Dolcenera di Fabrizio de Andrè.

Laura Marvaldi: Un viaggio in treno. Donne che chiaccherano del più e del meno, canti. Canti di origini diverse. Sembrerebbe senza storia. Via via che scorrono le stazioni della nostra riviera ci si accorge che un tema, una curiosità, invece accomuna queste persone. Raccontano con passione la loro terra, ma il tema che le tiene legate è scoprire la vita di donne che sono state grandi. I canti sottolineano l’origine delle donne di cui si discute, o sono in qualche modo collegate con loro”.

  • 8 agosto Aurigo “Dona Flor e suoi due mariti”

Con la partecipazione degli attori Loredana De Flaviis, Franco La Sacra, Paolo Paolino del Teatro dell’Albero e del Duo in Fabula con Manuel Merlo, chitarra, e Davide Ravasio, voce, sax tenore e cajon.

  • 10 agosto Borgomaro  “Fragilità …..il tuo nome è donna”

Interpretato dal trio Ligues: Valeria Mela mezzosoprano. Gianni Martini fisarmonica e pianoforte. Davide Ravasio clarinetto, clarinetto basso, sax, cajon e voce. Con la partecipazione del ballerino imperiese Antonio Lanzo e della ballerina Elisa Nardi.

  • 14 agosto Maro Castello “Da Kramer a Jobim”

interpretato da Gianni Martini, fisarmonica, pianoforte e da Marisa Fagnani chitarra e voce.

  • 20 agosto Poggialto – “Danze dal mondo”

Interpretato dal quartetto Gli Archinsoliti; Cristina Silvestro e Vincenzo Città, violini,  Winneford Potter,  viola, e Giancarlo Bacchi, contrabbasso.

  • 25 agosto Conio “Raffinata atmosfera: da J.S. Bach a Amy Whinehouse”

Interpretato dal Mystic Now Quartet composto da: Loredana Nardi cantante, Diego Genta pianoforte, Vincenzo Malacarne violoncello e Mauro Parrinello contrabbasso.

  • 29 agosto Ville San Sebastiano “Le quattro stagioni e l’estro poetico di A. Vivaldi”

Musica e poesia in dialogo interpretato dal Quartetto Gli Archinsoliti con la partecipazione degli attori del Teatro dell’Albero.

Segui Imperiapost anche su: