Operai per una notte: porta a porta, viaggio di ImperiaPost tra mastelli e carrellati/Il reportage

Attualità Imperia

ImperiaPost ha accompagnato gli operai Teknoservice durante la notte dedicata al ritiro della plastica.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Può apparire molto semplice. Ci si sveglia, si esce di casa, si trova il mastello vuoto e si riporta dentro. Ma cosa c’è dietro? Cosa permette a un cittadino di poter ritirare ogni mattina il proprio contenitore dei rifiuti pronto per essere usato nuovamente? Qual è la causa dei frequenti disagi nella raccolta porta a porta a Imperia?

Queste le domande cui gli inviati di ImperiaPost hanno provato a fornire una risposta intraprendendo un “viaggio” al fianco dei veri protagonisti: gli operatori Teknoservice.

Trascorrendo la notte insieme a loro, il dettaglio che non può sfuggire è certamente l’impegno e la dedizione che i dipendenti hanno nel portare avanti il loro compito, nonostante l’organizzazione lacunosa, i doppi turni quasi obbligati, le carenze nell’informazione, l’inciviltà di alcuni utenti che non si vogliono arrendere al nuovo servizio e abbandonano la spazzatura dove e come capita.

questo momento vale ogni sacrificio.

Porta a porta: il viaggio di ImperiaPost tra i mastelli

Ad accompagnarci nel “tour” della notte tra giovedì e venerdì, dedicata al ritiro della plastica, uno dei rifiuti più prodotti dalla cittadinanza, l’assessore Antonio Gagliano e l’operaio Michele.

Ecco come è andata.

A cura di Gaia Ammirati e Mattia Mangraviti.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!