Imperia, migranti: al via corsi di italiano con il progetto A.B.C. “Rivolti a mamme, lavoratori e analfabeti”

Provincia

Patner del progetto in provincia di Imperia è la cooperativa sociale Jobel.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

È stato presentato stamattina presso la sede del palazzo Provinciale il progetto “A.B.C. Alfabetizzazione bene Comune “, promosso dal consorzio Agorà di Genova, finalizzato all’insegnamento della lingua italiana ai migranti presenti nella regione Liguria.

Patner del progetto in provincia di Imperia è la cooperativa sociale Jobel. Presenti il presidente della cooperativa Agorà Rita Sgarban e il presidente della cooperativa Jobel Alessandro Giulla, oltre a vari rappresentanti istituzionali.

Alessandro Giulla

“Si tratta di un progetto regionale finanziato attraverso il bando FAMI. Ente capofila è il consorzio Agorà di Genova e noi siamo partner per la provincia di Imperia.

I corsi che partiranno riguardano l’insegnamento della lingua italiana a persone straniere immigrate in Italia, individuando dei target specifici e utilizzando una metodologia innovativa. Ci saranno gruppi da massimo 15 persone per garantire livelli di apprendimento adeguati.

Nel dettaglio, ci saranno corsi per persone straniere che erano analfabete già in patria, quindi corsi di prescolarizzazione; corsi per mamme alle quali sarà garantito il servizio di babysitteraggio per figli tra 0-3 anni; due laboratori di linguaggio specializzato finalizzato all’inserimento lavorativo nei settori di maggior impatto occupazionale, la ristorazione alberghiera e l’assistenza familiare.

Il progetto parte adesso a Imperia e durerà 24 mesi”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!