Imperia: edifici nel degrado al Parasio. Commissione Paesaggio invita Comune a “restituire dignità”

Attualità Imperia

La Commissione Paesaggio del Comune di Imperia ha segnalato all’amministrazione Scajola situazioni di degrado inerenti tre diversi edifici.

La Commissione Paesaggio del Comune di Imperia ha segnalato all’amministrazione Scajola situazioni di degrado inerenti tre diversi edifici, in via Petrarca, in piazza Pagliari e in via San Leonardo, al Parasio, chiedendo il ripristino di “una parvenza di dignità”.

Via Petrarca 7

“La commissione all’unanimità prende atto della situazione di degrado dell’immobile, relativamente alle condizioni di decoro in una zona di particolare pregio ambientale e paesaggistico in un contesto di forte identità di definizione del paesaggio urbano.

La zona inoltre risulta classificata, ai sensi del vigente Piano Territoriale di Coordinamento Paesistico, con la sigla IU ( area urbana — Valori di immagine: ‘i complessi definiti come valori d’immagine sono assoggettati al regime normativo del mantenimento in quanto trattasi di ambiti urbani che, indipendentemente dalla presenza di specifici valori storico artistici o monumentali, appartengono all’immagine più conosciuta e tipica dei paesaggio ligure, connotandone in particolare la vocazione turistica. L’obiettivo della norma è quello di perpetuare i valori d’immagine che caratterizzano il paesaggio urbano della Liguria nelle sue località maggiormente significative’).

Considerate le premesse, visto anche l’alto valore storico-testimoniale nonché architettonico del fabbricato in oggetto che rappresenta testimonianze dell’epoca Liberty attraverso decorazioni e fregi, questa commissione, per quanto di propria competenza, ritiene opportuno intervenire al fine di eliminare tale situazione di degrado e incuria attraverso opere di restauro e risanamento conservativo sia degli intonaci ammalorati e dei serramenti esterni sia della tinteggiatura dei prospetti previa stratigrafia per la ricerca dei colori originali con particolare attenzione ai fregi esistenti, restituendo una parvenza di dignità all’area interessata in posizione visibile da più punti di interesse”.

Piazza Pagliari n.2

“La commissione all’unanimità prende atto della situazione di degrado dell’immobile, relativamente alle condizioni di decoro in una zona di particolare pregio ambientale e paesaggistico in un contesto di forte identità di definizione del paesaggio urbano.

La zona inoltre risulta classificata, ai sensi del vigente Piano Territoriale di Coordinamento Paesistico, con la sigla SU ( struttura urbana qualificata – regime normativo di mantenimero in
quanto trattasi di ambiti urbani di ampie dimensioni che si distinguono dal contesto per caratteri di particolare pregio paesistico-ambientale, tali da identificarli come componenti significative della morfologia urbana. L’obiettivo della norma è quello di evitare che vadano perdute quelle testimonianze dell’assetto preesistente che hanno resistito a trasformazioni urbanistiche radicali e che contribuiscono a determinare la qualità ambientale della struttura urbana attuale ).

Considerate le premesse questa commissione, per quanto di propria competenza, ritiene opportuno intervenire al fine di eliminare tale situazione di degrado e incuria attraverso il rifacimento degli intonaci ammalorati, il rifacimento dell’intera facciata con particolare attenzione ai fregi esistenti, con il ripristino dei serramenti e della tinteggiatura previa stratigrafia, restituendo una parvenza di dignità all’area interessata”.

Via San Leonardo dal civico 22 al civico 26

“La commissione all’unanimità prende atto della situazione di degrado dell’immobile, relativamente alle condizioni di decoro in una zona di particolare pregio ambientale e paesaggistico in un contesto di forte identità di definizione del paesaggio urbano.

La zona inoltre risulta classificata, ai sensi del vigente Piano Territoriale di Coordinamento Paesistico, con la sigla SU ( struttura urbana qualificata – regime normativo di mantenimento in quanto trattasi di ambiti urbani di ampie dimensioni che si distinguono dal contesto per caratteri di partito are pregio paesistico-ambientale, tali da identificarli come componenti significative della morfologia urbana. L’obiettivo della norma è quello di evitare che vadano perdute quelle testimonianze dell’assetto preesistente che hanno resistito a trasformazioni urbanistiche radicali e che contribuiscono a determinare la qualità ambientale della struttura urbana attuale).
Considerate le premesse questa commissione, per quanto di propria competenza, ritiene opportuno intervenire al fine di eliminare tale situazione di degrado e incuria, in particolare modo sulla porzione di fabbricato sulla via che collega Via San Leonardo a Via Strafforello, attraverso il rifacimento degli intonaci ammalorati, il rifacimento dell’intera facciata con particolare attenzione ai fregi esistenti ( cornicioni e angolo su Via San Leonardo ), con il ripristino dei serramenti e della tinteggiatura previa stratigrafia, restituendo una parvenza di dignità all’area interessata”.

Segui Imperiapost anche su: