Imperia: “Odori nauseanti al deposito Teknoservice”. Lavoratori della ditta adiacente scrivono all’Assessore Viale. “Situazione scandalosa, ci aiuti” / Le immagini

Attualità Imperia

I lavoratori vicino al deposito Teknoservice hanno deciso di rivolgersi all’Assessore alla Sanità e vice presidente della Liguria Sonia Viale.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

“Gli odori e l’aria che siamo costretti a respirare sono a dir poco nauseanti”. Così descrivono la situazione i lavoratori di una ditta di corrieri, la cui sede si trova a fianco del deposito Teknoservice, sull’Argine Destro. 

Nel tentativo di trovare una soluzione al problema, in modo da poter lavorare in un ambiente pulito e senza cattivi odori, a seguito di innumerevoli segnalazioni agli enti locali, gli interessati hanno deciso di rivolgersi all’Assessore alla Sanità e vice presidente della Liguria Sonia Viale.

Miasmi e degrado al deposito Teknoservice: la lettera all’Assessore Viale

“Buongiorno Assessore – scrive Flavio Spizzo, titolare della ditta di spedizioni e consegne – ci permettiamo di chiederle di aiutarci.

Nonostante varie segnalazioni agli enti locali, Comune di Imperia, Forze dell’ordine e media locali non siamo mai riusciti a far si che la situazione a dir poco scandalosa della gestione del deposito automezzi mezzi della ditta appaltante della raccolta dei rifiuti urbani per la Città di Imperia sia tale da poterci permettere di lavorare in un ambiente pulito e con un’aria respirabile.

Noi siamo un gruppo di circa 30 lavoratori che lavorano presso un corriere che confina con la sede della Teknoservice, come si evince dalle immagini che allego la sporcizia e il degrado sono a dir poco allucinanti, é chiaro il disinteresse che questa azienda ha nei confronti dell’intera comunità che vive e lavora nella zona di Barcheto ad Imperia .

Il deposito di cui si allegano immagini si trova esattamente in Via F. Scajola, al termine della via, in Imperia, a pochi chilometri dal centro.

Gli odori e l’aria che siamo costretti a respirare sono a dir poco nauseanti, ma sino ad ora nessuno ci ha ascoltati, sappiamo della sua tutela verso noi cittadini Liguri, per cortesia intervenga perché questa situazione è incresciosa”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!