Diano Marina: “disabili pagano posteggi blu, è un’ingiustizia”. 68enne scrive a presidente Mattarella/Il caso

Attualità Golfo Dianese

Antonio Sessolo, 68 anni, residente nella città degli aranci, ha inviato una lettera alle principali autorità, dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella al presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“Durante il periodo estivo, esattamente dal 15 giugno al 15 settembre, i disabili residenti nel mio comune, muniti di regolare tesserino di riconoscimento, sono costretti a pagare il posteggio in quanto i posti loro riservati vengono regolarmente occupati da altre auto, sì con regolare autorizzazione, ma provenienti da altre città e spesso, purtroppo, i conducenti non sono i titolari di disabilità; inoltre lasciano la vettura posteggiata per tutta la durata delle loro vacanze”.

Il Comune in questione è Diano Marina e a scrivere è Antonio Sessolo, 68 anni, residente nella città degli aranci, in una lettera inviata alle principali autorità, dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella al presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Disabili pagano nei parcheggi blu, dianese scrive al presidente della Repubblica: “Siano gratis”

La replica del Comune di Diano Marina al Prefetto

Nella lettera inviata al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, Sessolo sottolinea come il Comune di Diano Marina, interpellato dal Prefetto in merito al numero di parcheggi per disabili, ha fatto sapere che “i parcheggi riservati ai disabili nel Comune di Diano Marina sono più che sufficienti per il numero dei portatori di handicap residenti. Inoltre, è impossibile prevedere quanti veicoli-disabili frequentano la nostra località per le vacanze estive e la normativa non consente la sosta a tempo frazionata per i veicoli per disabili cha espongono il Cude”.

La risposta del Sindaco Chiappori alle richieste di Sessolo

“In un incontro avuto all’inizio del 2017 con Sindaco, ex deputato alla Camera appartenente al partito della Lega, Sig. Chiappori On. Giacomo, assieme al Vicecomandante della Polizia Municipale Sig. Franco Mistretta ed un consigliere di maggioranza Sig. Bruno Manitta – aggiunge Sessolo nella lettera al Presidente della Repubblica – evidenziavo il grave disagio per i nostri disabili che, oltre alla malattia, devono affrontare e sopportare una spesa non dovuta. Non solo, in alcuni giorni devono, per l’elevata presenza di turisti, parcheggiare l’auto molto distante dai punti ove eseguire le loro commissioni quotidiane.

Per il altri il disagio é ancor maggiore perché, dopo aver parcheggiato, devono proseguire il viabggio con con i mezzi pubblici per raggiungere il lavoro.

In quell’occasione, Sig. Presidente, ho proposto al Sindaco della città in cui risiedo di autorizzare la sosta gratuita negli spazi blu, almeno nei mesi suindicati ai possessori di regolare documento da ordinanze sindacali in vigore in altri comuni limitrofi (documentabili): risposta  del Signor sindaco: ‘Non posso emettere alcuna ordinanza per motivi di bilancio’.

Affidiamo a Lei Signor Presidente ed ai rappresentanti del Governo – si conclude la lettera – gli interventi che riterrete opportuni ma necessari”.

Diano Marina uno degli 8 comuni liguri che non concedono gratis ai disabili i parcheggi blu

Tra i documenti prodotti da Sessolo anche una lettera di Claudio Puppo, Coordinatore segreteria Consulta Regionale Handicap.

“Purtroppo Diano Marina – scrive Puppo in risposta a Sessolo – é uno degli otto Comuni liguri (uno dei due Comuni dell’imperiese, insieme a San Bartolomeo al Mare) a far pagare posteggi blu (a pagamento) ai veicoli al servizio delle persone disabili titolari del Cude.

Attualmente non esiste nessuna norma che imponga ai Sindaci di questi 8 Comuni liguri a concedere la sosta gratuita (questo problema va avanti fin dal mese di agosto del 2006)”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!