CasaPound oscurata dai social: cancellati anche i profili imperiesi. “Istigano all’odio”/Il caso

Imperia Politica Politica

Facebook e Instagram hanno oscurato la quasi totalità di profili riconducibili a CasaPound, il movimento politico di estrema destra.

Facebook e Instagram hanno oscurato la quasi totalità di profili riconducibili a CasaPound, il movimento politico di estrema destra. A Imperia, sono stati cancellati i profili di CasaPound Imperia e del suo referente locale Matteo Diana.

A livello nazionale è stata cancellata anche la pagina ufficiale CasaPound Italia che contava oltre 280 mila followers.

Facebook ha chiarito il perché della decisione: “Le persone e le organizzazioni che diffondono odio o attaccano gli altri sulla base di chi sono non trovano posto su Facebook e Instagram. Candidati e partiti politici, così come tutti gli individui e le organizzazioni presenti su Facebook e Instagram, devono rispettare queste regole, indipendentemente dalla loro ideologia. Gli account che abbiamo rimosso oggi violano questa policy e non potranno più essere presenti su Facebook o Instagram”.

Oscurati profili social di Casapound su Facebook e Instagram

A dare notizia della cancellazione di migliaia di profili il giornalista Adriano Scianca, responsabile nazionale della cultura per CasaPound Italia con un post su Facebook. “Il profilo privato di Adriano Scianca è stato disabilitato senza preavviso e senza spiegazioni. Lo stesso è accaduto, nello stesso istante, a tutte le pagine di CasaPound, a quelle dei principali dirigenti di Cpi e a molte altre associazioni identitarie. Serrate i ranghi, sono in arrivo tempi bui”.

“Ci cancellano perché eravamo in piazza contro il governo – hanno commentato i vertici di Casapound – Siamo di fronte ad un attacco discriminatorio dal parte dei colossi del web

 

Segui Imperiapost anche su: