Imperia: “Un libro aperto”, Giovedì 12 settembre lo scrittore Giuseppe Conte presenta “I senza cuore” in via Antica dell’Ospizio / L’appuntamento

Cultura e manifestazioni

Un thriller storico mozzafiato e anche la rocambolesca avventura di un’emancipazione femminile

Prosegue con l’arrivo di settembre la rassegna letteraria Un libro aperto, iniziata a giugno nel cuore di Oneglia e ricca di incontri ed eventi lungo tutta l’estate. Giovedì 12 settembre alle 21.15 in via Antica dell’Ospizio sarà ospite Giuseppe Conte, che presenterà il suo ultimo romanzo I senza cuore (Giunti). L’autore dialogherà con la giornalista Donatella Alfonso.

La serata è a ingresso libero e gratuito.

I senza cuore

Anno Domini 1116, la Grifona salpa dal porto di Genova con 192 anime a bordo: la rotta è verso il burrascoso Atlantico e le brume della Cornovaglia bretone, dove un monastero pare custodisca un misterioso manoscritto. Il suo comandante Guglielmo il Malo, della famiglia degli Embriaci e trionfatore alla Prima Crociata, è segretamente in cerca della verità sul Vaso di smeraldo, portato a Genova come bottino di guerra e dono della Regina di Saba a Salomone, presente sulla tavola dell’Ultima Cena di Nostro Signore. È davvero l’originale? O è un clamoroso falso?
Ma Guglielmo, l’ingegnoso costruttore di macchine da guerra, è subito costretto a calarsi nei panni di un riluttante detective, per indagare col fedele, sveglio scrivano Oberto da Noli, narratore di tutta la storia, sui delitti di un efferato serial killer che semina il terrore a bordo della sua galea nelle notti di luna nuova: tre ufficiali sono stati uccisi uno dopo l’altro e lasciati con il petto squarciato e senza cuore.

Fra dramma e leggenda, bonacce e tempeste, scarsità di viveri e malattie che riducono l’equipaggio a 109 anime, fra incontri con pirati e Vichinghi ma anche ammutinamenti, Giuseppe Conte scrive un romanzo corale, ricco di suspense e colpi di scena: protagoniste sono le crociate e le conquiste della sua grande Genova, ma anche la pace e la nonviolenza che vedono Conte in persona prestare un po’ della sua voce al mastro d’ascia sufi Yusuf Abdel Rahim, alias Giuseppe Pietrabruna. Un thriller storico mozzafiato e anche la rocambolesca avventura di un’emancipazione femminile: quella di Giannetta Centurione, la giovane cavallerizza e arciera che si ribella alla volontà del padre e della matrigna e che si staglia infine come la polena di una galea.

Un libro aperto proseguirà sabato 14 settembre con Jacopo Tomatis (evento in collaborazione con Imperia Musicale).

Un libro aperto nasce dalla collaborazione tra l’associazione culturale SetteCinque, la Libreria Ragazzi e il Civ NuovOneglia allo scopo di dare vita a un evento culturale nel cuore della città. La rassegna si avvale della collaborazione di diverse associazioni e realtà culturali. Si ringraziano inoltre per la collaborazione la Pizzeria Agorà, il Bar Ligure e la Tipografia Nante.

Segui Imperiapost anche su: