Imperia: “Le Muse”, presentati i corsi dell’associazione. “Per valorizzare storia e tradizione del territorio”/Foto e Video

Cultura e manifestazioni

Il centro studi ha per fine la promozione della musica in tutte le sue forme e declinazioni (storia, musicologia, didattica)

Presentati questa mattina, martedì 10 settembre, presso la Sala dei Comuni della Provincia di Imperia, corsi e attività dell’associazione culturale no-profit “Le Muse“, nata a Imperia nel settembre del 2018 ad opera di un gruppo di amici con alle spalle importanti esperienze nel mondo associativo, accomunate da un unico obiettivo, promuovere la cultura.

Fra le diverse attività previste dallo statuto ha trovato un’immediata la realizzazione del Centro Studi Musicali “Gaetano Amadeo”. Il centro studi ha per fine la promozione della musica in tutte le sue forme e declinazioni (storia, musicologia, didattica). L’intitolazione vuole essere un omaggio al talentuoso e prolifico compositore Gaetano Amadeo, nato a Porto Maurizio nel 1820, dall’importante curriculum, colpevolmente caduto in un quasi totale oblio e per il quale è in corso ad opera del direttore del centro, il dott. Francesco Vatteone, un’opera di riscoperta storica e di rivalutazione critica del suo lavoro

Con sede in via Verdi 14, presso le Opere Parrocchiali, l’associazione organizza corsi di strumento, canto, propedeutica musicale, teatro, tradizione, con l’intento di offrire ai giovani e meno giovani la possibilità di avvicinarsi alla musica, con il supporto di insegnanti di musica altamente qualificati.

Presenti alla conferenza stampa di presentazione il presidente della Provincia di Imperia, Domenico Abbo, il presidente dell’associazione “Le Muse” Nicola Giribaldi, affiancato dal consigliere Francesco Vatteone e da alcuni docenti, quali Roberta Garrione, Manuel Merlo, Alessandro Manera, Roberto De Mattia e Fabio Merlino.

Domenico Abbo

“Li abbiamo accolti con grande piacere, sono venuti da me qualche tempo fa per mostrare i loro progetti e questi progetti oggi si stanno concretizzando.

È una bella iniziativa, un’associazione che ha un programma composito, non c’è solo musica. C’è la valorizzazione dei luoghi attraverso la rappresentazione di quanto artisticamente riusciranno a realizzare.

Non c’è solo musica, ma c’è anche la parte teatrale. Soprattutto c’è questo vivo interesse nei confronti dei giovani, dei ragazzi e dei più piccoli, ai quali bisogna cercare di inculcare il senso della musica, la voglia di studiare gli strumenti musicali, perchè altrimenti si perderebbe un gran patrimonio.

Oggi è sempre più difficile, siamo sempre più colpiti da tutta una serie di strumenti che in tempo reale corre molto più veloce e questo secondo me serve anche a riappropriarci delle cose vere e delle cose fondate”.

Roberta Garrione

“Io sono un’insegnante Aigam (Associazione Italiana Gordon per l’apprendimento musicale) e mi occuperò dei corsi di musica per l’infanzia, da 0 anni in su. Da 0 a 36 mesi ci sarà il corso di musica in fasce, accompagnati da un adulto, da 3 a 5 anni il corso di musicalità e da 6 anni in su ci saranno laboratori introduttivi ma molto seri, con una parte di alfabetizzazione importante.

Nel gioco-orchestra i bambini potranno provare a suonare diversi strumenti, per poi decidere con calma quale strumento gli piace di più. Alla fine dell’anno, durante il saggio finale, ci sarà una grande orchestra con i ragazzi più grandi e i bambini di gioco orchestra, che avranno una parte semplice per provare l’esperienza.

Ci sarà anche il coro voci bianche per chi non ha ancora deciso uno strumento, ma vuole avvicinarsi alla musica cantando in maniera seria. Ci sarà anche qui una parte di alfabetizzazione importante per apprendere tutte le basi importanti della musica”.

Nicola Giribaldi

“I corsi di strumento sono già cominciati, man a mano andranno ad aggiungersi le altre attività. Fra queste il discorso che riguarda la musica d’insieme, quest’anno proponiamo due progetti.

Uno è un ensemble di chitarre, che si chiameranno anche pizzicate a cura del maestro Merlo e l’altro è l’ensemble di archi curato curato dal maestro Alfonso Moretta e con la collaborazione di Vincenzo Malacarne sotto la direzione di Roberto De Mattia.

questi corsi partiranno più avanti, a partire dal mese di ottobre. C’è poi il discorso del laboratorio teatrale che penso partirà dal mese di novembre.

È possibile informarsi presso il centro studi musicali Gaetano Amadeo . it, dove si possono avere le informazioni. Abbiamo anche due segreterie presenti in sede, nella nostra sede delle opere parrocchiali di Imperia Porto Maurizio il lunedì e il giovedì dalle 16 alle 18.”

Segui Imperiapost anche su: