Imperia: Admo e Fidas insieme per la donazione del midollo osseo. “Per salvare vite”/Foto e Video

Cultura e manifestazioni

Questa mattina, a Imperia, in piazza San Giovanni, così come in oltre 180 piazze italiane, si è svolta la manifestazione dedicata al reclutamento di nuovi potenziali donatori di midollo osseo.

Questa mattina, a Imperia, in piazza San Giovanni, così come in oltre 180 piazze italiane, si è svolta la manifestazione dedicata al reclutamento di nuovi potenziali donatori di midollo osseo.

A supportare il lavoro dei volontari, medici e sanitari, per dare la giusta informazione e dirimere dubbi connessi alla stessa e per eseguire il primo screening, necessario per l’iscrizione nel registro dei donatori (IBRDM).

Anche l’Associazione Donatori di Midollo Osseo della Sezione Provinciale ha accolto positivamente la richiesta, organizzando una giornata di sensibilizzazione, finalizzata alla raccolta di sangue per offrire una speranza concreta di guarigione, soprattutto ai giovani malati di leucemia, ed altre malattie ematologiche che, non abbiano un donatore compatibile in famiglia.

Grazie alla presenza di medici e infermieri, a bordo di autoemoteca posizionata, è stato possibile effettuare, dopo un colloquio col personale medico, un semplice prelievo di sangue venoso ed essere così inseriti nella Banca dati del Registro Nazionale Donatori di Midollo Osseo.

Solo nel caso si risultasse compatibili, con un paziente in attesa di trapianto, si verrà poi richiamati per altri due test di comparazione per poi passare, alla donazione vera e propria.

Bruno Battistin (Presidente provinciale Admo)

“Oggi è la giornata nazionale dei donatori di midollo osseo. Siamo qui per sensibilizzare la cittadinanza imperiese. Nel pomeriggio saremo presenti anche a Sanremo e Ventimiglia. Una sensibilizzazione sulle tematiche del midollo, in particolare sul fatto che il trapianto di midollo in alcuni casi è l’unica soluzione per sperare di far guarire persone da malattie gravi quali la leucemia.

C’è un donatore ogni 100 mila. I numeri sono importanti, è difficile trovare chi ci può aiutare. Più persone donano e più possibilità ci sono.

Per donare il midollo bisogna avere un’età compresa tra i 18 e i 35 anni, con un peso corporeo non inferiore ai 50 kg. Ci si sottopone a un piccolo prelievo di sangue, questa provetta viene inoltrata al centro trasfusionale dell’OspedaleGalliera di Genova. Fatti ulteriori accertamenti, il donatore potrebbe essere richiamato qualora il suo sangue fosse compatibile con qualche persona del mondo”.

Ciro La Marca (Fidas Imperia)

“La Fidas, insieme con l’Admo, fa un prelievo di primo livello presso la sede di via Don Abbo 12, tutti i giorni, dalle 7.30 alle 10.30. La Fidas si propone questa collaborazione per la donazione del midollo osseo.

In via Don Abbo sono a disposizione uffici e laboratorio, con prelievi e infermieri, per la donazione del midollo osseo.

La Fidas Imperia, sempre presso la sede di via Don Abbo, effettua i prelievi del sangue per la donazione del sangue. I pazienti posso avere le analisi gratuite. Può essere effettuato anche l’elettrocardiogramma gratuito sino a 65 anni, 68 se si è donatori”.

Segui Imperiapost anche su: