Imperia, entroterra: al via primo tavolo tecnico sul rilancio dell’Alta Via dei Monti Liguri. “Importante strumento di promozione” / Le immagini

Attualità Imperia

L’Alta Via dei monti liguri rappresenta concretamente, oltre che simbolicamente, un collegamento tra culture e popoli diversi

Si è svolto questa mattina, lunedì 7 ottobre, nella sala dei comuni della Provincia di Imperia, il tavolo tecnico sul rilancio dell’Alta Via dei Monti Liguri.

Se è vero, com’è vero, che il sistema regionale dei parchi rappresenta il “MARE VERDE di LIGURIA” (come recita lo slogan della recente campagna di comunicazione di Regione Liguria), è altrettanto vero che l‘Alta Via dei Monti Liguri rappresenta la “STRADA VERDE di LIGURIA” per eccellenza.

  • Intesa meramente come INFRASTRUTTURA, mette in connessione tutti i parchi liguri attraversando il cuore delle Alpi Liguri, dell’Adelasia, del Beigua e dell’Aveto; come green way, o meglio green path, è RETE ECOLOGICA che connette il territorio delle aree protette e delle zone speciali di conservazione (ZSC), oltre 70, in un sistema di gestione dell’ambiente con enormi potenzialità di sviluppo ed crescita produttiva sostenibili delle aree rurali;
  • Intesa conte RETE DI PERSONE, l’Alta Via dei Monti Liguri può diventare un modello di gestione territoriale attraverso l’organizzazione di un prodotto turistico sostenibile e durevole che sappia mettere a sistema il patrimonio naturale, paesaggistico, culturale e umano delle aree rurali della regione.

Dopo oltre vent’anni di potenzialità ‘inespresse’ (nei quali, nonostante ciò, si è conquistata una fama notevole), L’Alta Via può finalmente diventare volano del prodotto OUTDOOR: strumento di promozione del territorio, BRANO rinomato a livello europeo, parte integrante della “Rete dei grandi CAMMINI d’ITALIA e d’EUROPA“, AMBITO RICREATIVO, CULTURALE e NATURALE per eccellenza, in una delle uniche 2 regioni italiane (Liguria e Abruzzo) che possono vantare la contemporanea presenza di tutte e tre le regione biogeografiche (alpina, continentale e mediterranea) presenti in Italia.

L’Alta Via dei monti liguri rappresenta concretamente, oltre che simbolicamente, un collegamento tra culture e popoli diversi: CERNIERA tra i macrosistemi alpino e appenninico (confine geografico: Bocchetta di Altare; confine geologico: gruppo di Voltri) e PONTE- UNIONE tra diversi ed importanti cammini della DEVOZIONE quali la Via Francigena, il Cammino di Santiago e il Cammino di Francesco.

Alta Via dei Monti Liguri, al tavolo Tecnico l’assessore Berrino

Presente al tavolo anche l’assessore regionale Gianni Berrino, che ha dichiarato: “È stato il primo tavolo per la creazione del progetto. È un brand molto importante ed è un’occasione per parlare dell’entroterra.

L’obiettivo è trasformare l’alta via in un percorso più accessibile a tutti, che ricalchi l’itinerario classico, ma con passaggi più semplici. Il tutto collegato con il mangiare, il bere e lo storytelling su agricoltura e allevamento, per creare un macro-prodotto sull’alta via da offrire sia a chi sceglie le località marine, ma vuole anche scoprire l’entroterra, sia per chi ama la montagna e vuole viverla a tutto tondo.

Uno strumento in più di promozione dell’entroterra, senza dimenticare che solo qui in provincia di Imperia l’alta via passa sulle Alpi.

Il progetto, promosso dalla Regione, avrà la nostra regia e il nostro supporto”.

Segui Imperiapost anche su: