Imperia: “Mio figlio trattenuto a scuola anche se maggiorenne”. Genitore sul piede di guerra. “Mi rivolgerò ai Carabinieri” / Il caso

Attualità Imperia

Il padre dello studente si è anche rivolto ai Carabinieri e martedì prossimo incontrerà il preside del Ruffini, Luca Ronco, per chiarire la vicenda.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“Mio figlio è stato trattenuto a scuola dalle 9.30 fino adesso, senza che potesse uscire, nonostante sia maggiorenne”. Lo afferma Sergio Orlando, padre di un 19enne, studente all’Istituto Ruffini di Imperia.

Studente maggiorenne non può uscire da scuola prima della quinta ora, genitore sul piede di guerra

Nella giornata di ieri, il giovane aveva necessità di uscire alle 9.30, ma, nonostante la maggiore età, non gli è stato permesso. Il motivo? “Secondo il regolamento del Ruffini – spiega Sergio Orlando, il padre del 19enne – gli studenti, anche se maggiorenni, non possono uscire dall’Istituto prima della quinta ora, a meno che i genitori non inviino un’email giustificando i figli. Mio figlio è maggiorenne, a che titolo lo autorizzo a uscire da scuola? Non capisco perché alla quinta ora, anche se non giustificato da me, può uscire, invece alla seconda o alla terza no. Mio figlio gode dei diritti civili e politici e non capisco come l’Ente Scolastico si possa mettere al di sopra della Costituzione, limitando la libertà personale di un maggiorenne”.  Un regolamento che non ha trovato d’accordo Orlando, che la giudica una violazione della libertà personale.

Per questo motivo, il padre si è anche rivolto ai Carabinieri e lunedì prossimo incontrerà il preside del Ruffini, Luca Ronco, per chiarire la vicenda.

Sergio Orlando

“Mio figlio è stato trattenuto a scuola dalle 9.30 fino adesso (12.30 ndr), senza che potesse uscire, nonostante sia maggiorenne. La scuola dice che c’è un regolamento, ma la libertà delle persone probabilmente vale mendo del regolamento del Ruffini. Il regolamento dice che se uno studente entra a scuola non può uscire fino alla quinta ora”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!