“Trofeo San Leonardo”: oltre 100 bambini a Imperia per torneo pallavolo. Ospiti Giribaldi e Giretto. “Grandi campioni che hanno segnato la storia”/Foto e Video

Sport

Dopo i saluti dell’assessore allo sport del Comune di Imperia, Simone Vassallo, sono state consegnate due targhe di riconoscimento proprio ai campioni Giribaldi e Giretto

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Grande festa ed oltre 100 bambini, questo pomeriggio, al Palazzetto dello Sport di Imperia, per l’edizione 2019 del Trofeo San Leonardo. Presenti le principali squadre di pallavolo della città di Imperia, Volley Primavera, la Maurina, il Caramagna, la Nuova Volley e la NSC, per un totale di 130 bambini in campo.

A salutare i giovani bambini due super ospiti: Paolo Giribaldi e Giacomo Giretto, che hanno costruito le loro grandi carriere nella pallavolo partendo proprio da squadre imperiesi. Giretto, che aveva tra l’altro tenuto a battesimo dieci anni fa il Palazzetto dello Sport, accompagnerà la Nazionale maschile alle prossime Olimpiadi di Tokyo 2020.

Dopo i saluti dell’assessore allo sport del Comune di Imperia, Simone Vassallo, sono state consegnate due targhe di riconoscimento proprio ai campioniGiribaldi e Giretto.

L’intervista all’assessore allo sport, Simone Vassallo

“Imperia sta cercando di investire tanto nel mondo sportivo, nel mondo dei giovani, nel mondo delle manifestazioni, per dare un trampolino di lancio che è doveroso per questa città.

Abbiamo fatto un buon calendario di ‘Aspettando il Centenario’, ormai è diventata una consuetudine annuale.

All’interno di tutto questo, pochi giorni fa è stato premiato il nostro concittadino Davide Rè, campione dell’atletica a livello mondiale e quest’oggi abbiamo voluto dare risalto al Torneo San Leonmardo.

Torneo che veniva già fatto anni fa, dove ci si dedicava alla pallavolo. Lo abbiamo rispolverato e riproposto nel nostro palazzetto dello sport.

In occasione del nostro patrono di Imperia, San Leonardo, ci sembrava giusto cogliere l’occasione per invitare e mettere insieme le numerose società sportive che fanno pallavolo sia maschile che femminile, per dare a tutto questo un rilievo importante.

In questa Imperia abbiamo anche due grandi campioni che hanno segnato la storia della pallavolo, Paolo Giribaldi e Giacomo Giretto che oggi ci hanno dato gentilmente la loro disponibilità.

Era giusto offrire alla città di Imperia i loro consigli, la loro presenza e anche un modo di pensare per i giovani che possa essere in futuro un loro obbiettivo. Per il giovane che fa dello sport avere l’obbiettivo di diventare un campione come loro”.

Giacomo Giretto

“È una bellissima emozione, rivedi un po’ i dirigenti che hanno sempre lavorato in questo sport, anche di quelli nuovi, tanti giovani. Rivedo un po’ i volti delle mie figlie che hanno 12 anni.

È uno sport bellissimo la pallavolo, tanto entusiasmo. È la cosa più bella, è l’elemento essenziale alla loro età e che fa si che le società investano nell’entusiasmo di questi ragazzi”.

Cosa consiglia ai giovani presenti oggi?

“Di impegnarsi, la pallavolo è uno sport bellissimo che ti forma come persona. Di vivere le regole e di sapersi confrontare con gli altri. È una cosa che serve alla loro vita oltre che al loro fisico.

È una disciplina che assolutamente non deve mai mancare come sport, ma proprio come voglia di mettersi sempre in discussione cercando di trovare il proprio obiettivo. Può essere l’alto livello per chi cerca il livello professionistico, ma anche divertimento”.

Paolo Giribaldi

“Sono tornato sui campi di pallavolo dove praticamente sono assente da sei anni. Ho deciso di smettere, ho fatto l’allenatore dopo aver fatto il giocatore per venti anni e ora ho deciso di cambiare completamente.

Adesso mi occupo di altro. Seguo mio figlio che ha deciso di fare uno sport completamente diverso che è la pallanuoto.

Mi manca. Quando uno passa 40 anni sul campo, manca. Mi piace vedere tutti questi ragazzini che si entusiasmano giocando a pallavolo. Mi piace perchè so quanto è educativo, quanto questo li fa crescere con delle regole semplici che sono alla base dello sviluppo armonico di un soggetto.

La cosa più importante è giocare, stare in campo, stare insieme, vivere questi momenti di aggregazione e svilupparsi positivamente. Questo è il messaggio che da lo sport. Crescere in un ambiente sano, questa è la cosa importante”.

Presente anche la Polizia di Stato di Imperia, con un gazebo di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne.

Le dichiarazioni del Questore Cesare Capocasa

“Siamo consapevoli che sono battaglie complesse, lunghe, ma se le combattiamo insieme con la stessa intensità, con lo stesso impegno, con lo stesso coinvolgimento emotivo, l’eliminazione della violenza contro le donne passerà da un ambizioso proposito ad una realtà concreta”.


 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!