Imperia: “un mare di plastica”, giovedì 28 novembre l’incontro sulle principali cause della dispersione delle plastiche in mare/Il programma

Cultura e manifestazioni

In occasione della Settimana Europea di riduzione dei rifiuti, Coop Liguria ha inserito nel programma di attività sociali ‘Corsi & Percorsi’, l’incontro pubblico ‘Un mare di plastica’, volto ad approfondire le principali cause della dispersione delle plastiche in mare e gli effetti che esse producono sugli ecosistemi, sulla biodiversità marina e sull’uomo, per riflettere insieme su come modificare le nostre abitudini quotidiane, adottando comportamenti più virtuosi.

In provincia di Imperia l’incontro è previsto nelle seguenti date:

  • A Imperia, giovedì 28 novembre, alle 16, presso la Sala Punto d’incontro Coop del supermercato di Via XXV Aprile, con la partecipazione della biologa marina Monica Previati di ASD Informare;
  • A Sanremo, venerdì 29 novembre, alle 16,30 presso la Sala Punto d’incontro Coop del supermercato di Corso Matuzia (1° piano), con la partecipazione della biologa marina Monica Previati di ASD Informare e del gruppo ambientalista I Deplasticati;
  • A Ventimiglia, mercoledì 4 dicembre, alle 16 presso la Biblioteca Civica Aprosiana, in Piazza Bassi 1, con la partecipazione di Daniela Lantrua di Legambiente Valle Argentina e di Federico Borromeo, Direttore di Legambiente Liguria.

Gli incontri sono gratuiti e aperti a tutti e si concluderanno con un brindisi augurale.

Nell’occasione Coop Liguria illustrerà le sue tante azioni di tutela ambientale:

  • adozione di tecnologie di ultima generazione per minimizzare i consumi e ottimizzare le prestazioni ambientali dei punti vendita;
  • gestione responsabile dei rifiuti e contrasto agli sprechi, donando al volontariato i prodotti non più vendibili ma ancora idonei al consumo;
  • vendita di prodotti sfusi, come i detersivi ecologici Coop Vivi Verde;
  • ricerca continua di soluzioni volte a rendere gli imballaggi più sostenibili (entro il 2022 tutte le confezioni dei prodotti Coop saranno riciclabili, riutilizzabili o biodegradabili);
  • sensibilizzazione di Soci e clienti ad adottare comportamenti responsabili (ad esempio preferire l’acqua del rubinetto rispetto a quella in bottiglia);
  • offerta didattica mirata per le scuole con percorsi gratuiti sull’educazione ambientale.