Arrestato il sindaco di Triora Massimo Di Fazio, è accusato di traffico d’armi e bracconaggio / l’inchiesta

Cronaca Cronaca Entroterra

All’uomo sono stati applicati gli arresti domiciliari. Al momento i militari stanno perquisendo il suo ufficio a palazzo civico alla ricerca di documentazione di interesse investigativo.

Il sindaco di Triora Massimo Di Fazio, 45 anni, è stato arrestato questa mattina dai carabinieri e dalla polizia postale con l’accusa di traffico d’armi e bracconaggio nell’ambito dell’inchiesta coordinata dal Pubblico Ministero Luca Scorza Azzarà. 

Traffico d’armi e bracconaggio, arrestato il sindaco di Triora Massimo Di Fazio

All’uomo sono stati applicati gli arresti domiciliari. Al momento i militari assieme agli uomini dell’ispettore capo della Postale Ivan Bracco  stanno perquisendo il suo ufficio a palazzo civico alla ricerca di documentazione di interesse investigativo. Maggiori dettagli sull’operazione saranno resi noti nel corso della mattinata al termine delle attività di indagine. 

Il primo cittadino della valle Argentina, quest’estate, era stato raggiunto da un avviso di garanzia con l’ipotesi di reato di inquinamento ambientale e abusi edilizi nella sua veste di amministratore delegato della società “Terra Brigasca” che gestisce la foresta di Gerbonte.

La foresta di proprietà demaniale, estesa oltre 600 ettari, era stata sequestrata già quest’estate per evitare un possibile inquinamento delle prove. Massimo Di Fazio era stato eletto sindaco di Triora nel giugno 2018. 

Segui Imperiapost anche su: