Imperia: maltempo, vertice in Provincia. “Danni per circa 5 milioni di euro”/Foto e Video

Attualità Imperia

Il presidente della Provincia Domenico Abbo: “È una situazione che va monitorata con grande attenzione”.

Incontro oggi pomeriggio, lunedì 2 dicembre, in Provincia, a Imperia, con i Sindaci e i tecnici della Regione Liguria per fare il punto della situazione sui danni del maltempo che ha flagellato l’entroterra.

Presenti all’incontro il Prefetto Alberto Intini, il Presidente della Provincia Domenico Abbo, il dirigente della Regione Liguria, l’ing. Vergante, le forze dell’ordine locali e alcuni sindaci dell’entroterra, tra cui Alessandro Alessandri sindaco di Pieve di Teco, Renato Adorno, sindaco di Rezzo, Paolo Biancardi, sindaco di Ospedaletti, Giampaolo Basso, sindaco di Rocchetta Nervina.

Il commento del Presidente della Provincia Domenico Abbo

“È la continuazione della riunione emergenziale che abbiamo avuto giovedì scorso. Ci siamo incontrati per aggiornarci e per ragionare anche sia sulla parte vecchia, sia se è successo qualcosa di nuovo. Le crticità restano.

A Rocchetta Nervina, su cui c’è la problematica di dotare il paese di una strada, un nuovo collegamento, che adesso stiamo valutando. Può essere un ponte in ferro o la variazione della strada pedonale che potrebbe essere allargata. Soluzione provvisorie in attesa di recuperare la strada.

La più grossa criticità che è giunta nelle ultime ore è la situazione di Rezzo, la frazione di Cenova, che si è purtroppo aggravata.

Ho visto il sindaco abbastanza scoraggiato. Ha elencato tutte le valutazioni da fare, c’è stata l’evacuazione degli abitanti di tutta la frazione.

Su altre situazioni la situazione è un po’ migliorata. Il sindaco di Pieve di Teco diceva che si trova una situazione abbastanza positiva, sono intervenuti, stanno lavorando.

C’è Aquila di Arroscia che presenta una nuova criticità e vedremo se operare direttamente con le somme urgenze o se proseguire con un discorso di finanziamenti che ci è stato aperto dalla Regione in questi ultimi giorni.

Ospedaletti e Bordighera che hanno relazionato sullo stato degli sfollati, qualche famiglia ha dovuto lasciare le abitazioni. Per quanto riguarda Ospedaletti, compreso il sindaco, qualcuno è già rientrato.

Questo è il quadro di insieme. È una situazione che va monitorata con grande attenzione.

Anche con l’allerta gialla queste precipitazioni hanno causato ulteriori danni, il terreno ormai è saturo di acqua. Sempre in completo smottamento.

Giampedrone ha mandato l’ingegnere Vergante che ha il compito di procedere quanto prima per sanare almeno le situazioni più incombenti”.

Si è parlato di una cifra di massima per la Provincia di Imperia?

“Abbiamo fatto circa 1 milione di schede per quanto riguarda la viabilità provinciale, a cui vanno aggiunti altri due interventi sui 2 o trecento mila euro.

Si parlava di una stima complessiva sui 4 o 5 milioni di euro. Solo Ospedaletti ne ha più di un milione”.

Questi soldi come somme urgenze o come quantità dei danni?

“Come entità dei danni. Sulle somme urgenze si fa qual che si può in relazione a quello che effettivamente sono.

L’assessore Giampedrone oggi è a Roma, siamo in attesa che il Consiglio dei Ministri dichiari lo stato di calamità.

Noi adesso stiamo conteggiando tutti i danni, stiamo facendo la fotografia della situazione e aspettiamo i finanziamenti.

Ovviamente i finanziamenti quanti saranno, se basteranno per tutto quello che è stato segnalato non lo possiamo dire. Senz’altro copriranno le emergenze e le somme urgenze che sono necessarie.

Per Cenova c’è un discorso che va oltre le somme urgenze. Stiamo tentando di fermare la frana di tutto quel versante. Bisognerebbe fare delle opere di consolidamento di valore non da poco”.


Segui Imperiapost anche su: