Processo Breakfast: Scajola condannato a due anni di carcere. Ponte (M5S):”Si dimetta!”

Giudiziaria Imperia

Scajola assieme alla moglie di Matacena, Chiara Rizzo (1 anno di carcere con pena sospesa) è stato condannato per procurata inosservanza della pena.

“Si dimetta! se non altro per una questione di opportunità politica lo ha già fatto da Ministro, lo faccia un’altra volta”.  Questo il commento del capogruppo del Movimento Cinque Stelle in Consiglio comunale a Imperia Maria Nella Ponte a seguito della condanna a due anni di reclusione (con sospensione condizionale della pena) nei confronti del sindaco del capoluogo Claudio Scajola, nell’ambito del processo relativo alla latitanza a Dubai dell’ex parlamentare di Forza Italia Amedeo Matacena, condannato per associazione esterna di stampo mafioso.

Scajola assieme alla moglie di Matacena, Chiara Rizzo (1 anno di carcere con pena sospesa) è stato condannato per procurata inosservanza della pena. L’ex Ministro ha annunciato di essere intenzionato a fare ricorso contro la sentenza di condanna.

Segui Imperiapost anche su: