Treno deragliato Andora: chieste tre condanne in Tribunale a Savona/L’udienza

Giudiziaria Imperia

Nel dettaglio, secondo l’accusa, una terrazza adibita a parcheggio, costruita in maniera difforme al progetto, avrebbe avuto un ruolo chiave nel causare la frana.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Il Pubblico Ministero savonese Giovanni Battista Ferro ha presentato le richieste di condanna nell’ambito del processo, con la formula del rito abbreviato, per il deragliamento del treno Intercity 660 Milano-Ventimiglia, a Capo Rollo di Andora, nel gennaio 2014. 

Treno deragliato Andora: processo verso la conclusione

Nel dettaglio, secondo l’accusa, una terrazza adibita a parcheggio, costruita in maniera difforme al progetto, avrebbe avuto un ruolo chiave nel causare la frana che, successivamente, ha provocato il deragliamento del treno.

Nel dettaglio, il Pm ha chiesto l’assoluzione per i titolari della struttura, Giulia Di Troia e Raffaele De Carlo, 2 anni e 6 mesi per Damiano Bonomi, costruttore, 3 anni  per il tecnico Giovanni Bos, 3 anni per Franco Dagnino, dirigente Ferservizi spa, società del gruppo Ferrovie dello Stato.

Il deragliamento del treno Intercity 660 aveva provocato il blocco totale del traffico ferroviario. 

 

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!