Imperia: una mostra e un libro sulla storia del Carcere di Oneglia. “Riscoperta di una pagina importante per la città”/Foto e Video

Cultura e manifestazioni

La mostra di oggetti, libri, cartoline e reperti sulla vita e la produzione all’interno del vecchio carcere di Oneglia servirà ad introdurre il nuovo libro di Enzo Ferrari

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

Si è svolta questa mattina, martedì 18 febbraio, nella sala esposizioni della biblioteca civica “Lagorio” di Imperia, la presentazione della mostra, allestita dal Circolo Parasio, sulla storia del Regio penitenziario di Oneglia, prima dei bombardamenti del ’44.

La mostra di oggetti, libri, cartoline e reperti sulla vita e la produzione all’interno del vecchio carcere di Oneglia servirà ad introdurre il nuovo libro di Enzo Ferrariquando le guardie suonavano la tromba“, che verrà presentato alla cittadinanza nel pomeriggio di giovedì 20 febbraio, alle ore 16.30.

Giacomo Raineri – presidente Circolo Parasio

“È una grande soddisfazione nella tradizione della nostra associazione. Un’altra grande opera di Enzo Ferrari, che è un dirigente del Circolo Parasio.

La soddisfazione di questo volume che porta alla riscoperta di una pagina importante per la città di Imperia.

Riscoperta di una realtà importante, come si può evincere dalla mostra, nelle attività produttive della città di Imperia.

La soddisfazione dell’associazione di poter offrire alla città un nuovo volume sul quale ragionare, meditare e perchè no?, studiare”.

Enzo Ferrari – Scrittore

“Giovedì 20 febbraio presentiamo il libro sul vecchio penitenziario di Oneglia. A corollario c’è questa mostra esplicativa di cosa si faceva e come si viveva all’interno del penitenziario.

Il 21 febbraio, il giorno dopo nel 1944, fu bombardato. In quell’occasione 43 detenuti morirono, Don Abbo e 8 guardie carcerarie.

Non ricordiamo solo questo, ricordiamo cosa si faceva all’interno del penitenziario. La ricerca ha avuto questo scopo, quello di mettere in luce le condizioni di vita, le traversie, gli aspetti culturali e sociali del penitenziario.

Cosa ha rappresentato per la città questo grande stabilimento carcerario, che esisteva dietro Piazza Dante, nell’attuale Giardini Toscanini, Grattacielo, via Berio. Una struttura di quasi due ettari di terreno occupati.

È un piccolo tassello nella storia della città, a 76/77 anni dalla fine della sua vita utile, che è durata quasi 100 anni”.

L’esposizione del Circolo Parasio potrà essere visitabile gratuitamente, dal 20 al 29 febbraio, con i seguenti orari:

  • Lunedì – venerdì dalle 14.30 alle 18.30
  • Sabato dalle 9.30 alle 12.30

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!