Coronavirus: sale a 5 il numero degli imperiesi ricoverati all’ospedale di Sanremo, 2 sono in rianimazione / il bollettino

Attualità Coronavirus Cronaca Imperia

Sale il numero degli imperiesi ricoverati nel reparto di malattie infettive dell’Ospedale di Sanremo per Coronavirus. Alle 13 di oggi sono 9 i pazienti ospedalizzati, 3 in più rispetto al bollettino di ieri. 

Nel dettaglio si tratta di 2 pazienti provenienti dalla provincia di Bergamo, 2 dalla provincia di Savona e 5 della provincia di Imperia. Di questi ultimi 2 sono stati trasferiti dal reparto di Malattie Infettive al reparto di Rianimazione per il peggioramento del quadro clinico.

Ecco il dettaglio.

-Paziente di 72 anni della provincia di Bergamo, ricoverato dal 4 marzo nel reparto di Malattie Infettive, in discrete condizioni di salute,

-Paziente di 51 anni, della provincia di Savona, ricoverata dal 1 marzo nel reparto di Malattie Infettive, in buone condizioni di salute,

-Paziente di 73 anni, della Provincia di Savona, ricoverato dal 4 marzo nel reparto di Malattie Infettive, in discrete condizioni di salute,

-Paziente di 57 anni, della provincia di Bergamo, ricoverato dal 6 marzo nel reparto di Malattie Infettive, è in discrete condizioni di salute,

-Paziente di 71 anni, della provincia di Imperia, ricoverata dal 5 marzo nel reparto di Malattie Infettive, è in discrete condizioni di salute,

-Paziente di 72 anni, della provincia di Imperia, ricoverata dal 6 marzo nel reparto di Malattie Infettive, è in condizioni stabili di salute,

-Paziente di 72 anni, della provincia di Imperia, ricoverato dal 6 marzo nel reparto di Malattie Infettive, è in condizioni stabili di salute.

Sono due i pazienti trasferiti dal reparto di Malattie Infettive al reparto di Rianimazione:

-Paziente di 85 anni, della provincia di Imperia, ricoverato dal 4 marzo nel reparto di Malattie Infettive, in condizioni critiche di salute, 

-Paziente di 76 anni, della provincia di Imperia, ricoverato dal 6 marzo nel reparto di Malattie Infettive, in condizioni critiche di salute.