Imperia: palazzo civico resta aperto, via libera della giunta al progetto “Comune più vicino” per gli ultra 75enni / i dettagli

Attualità Coronavirus Imperia

Assicurare l’efficienza dei servizi comunali e garantire ascolto e sostegno agli anziani soli.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Assicurare l’efficienza dei servizi comunali e garantire ascolto e sostegno agli anziani soli. Questo l’oggetto delle due delibere approvate questa mattina dalla Giunta Comunale di Imperia, riunitasi in videoconferenza.

La prima delibera prevede la continuità dei servizi in presenza all’interno delle strutture comunali. Ogni servizio dovrà garantire il presidio in ufficio di almeno un dipendente a rotazione per eventuali necessità. Si tratta dell’ultimo atto adottato dall’Amministrazione Civica per ridurre il personale comunale che si reca a lavoro, alla luce dell’evolversi dell’emergenza epidemiologica da COVID–19, e al contempo assicurare la regolare attività dei servizi. Nei giorni scorsi è stato potenziato il ricorso allo smart working attraverso l’acquisto di computer portatili. Oggi i dipendenti impiegati attraverso questa forma di lavoro sono quasi 70.

La seconda delibera, presentata dell’assessore Luca Volpe, prevede l’attivazione del servizio “Comune più vicino”. Il personale dei servizi educativi, attualmente non impegnato per il fermo dell’attività didattica, sarà coinvolto in un progetto di ascolto e sostegno agli anziani ultrasettantacinquenni che si trovano soli in casa. Sono quasi 2.500 a Imperia. Gli educatori telefoneranno loro al fine di ascoltare i loro bisogni, le loro paure, supportarli in necessità pratiche o semplicemente tenergli compagnia.

“Il Comune è il punto di riferimento principale di una comunità. Abbiamo il dovere, sopratutto in questo momento di emergenza, di dimostrare che questa fiducia è ben riposta. Gli uffici sono chiusi al pubblico ma per ogni necessità è possibile contattare il centralino. Abbiamo focalizzato meglio il lavoro della macchina comunale, di modo che possa continuare ad essere efficiente pur garantendo la massima sicurezza ai dipendenti. E abbiamo istituito un nuovo servizio, che partirà nei prossimi giorni, per dare un conforto ai tanti anziani che in questo momento, insieme all’ansia per i rischi legati all’epidemia, vivono anche il dramma della solitudine. Ci è sembrato un gesto di solidarietà dovuto”, commenta il sindaco Claudio Scajola.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!