Coronavirus, Conte: “4,3 miliardi ai Comuni e 400 milioni in buoni spesa e generi alimentari ai cittadini in difficoltà”

Attualità Coronavirus

Infine Conte rispondendo alla domanda di un cronista ha detto:”Non c’è una prospettiva di ritornare alle attività didattiche, a scuola o all’Università”. 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“Lo Stato c’è. Sappiamo che ci sono tante persone che soffrono, c’è chi addirittura ha difficoltà a comprare generi alimentari. Ho firmato Dpcm e giriamo 4,3 miliardi ai Comuni e aggiungiamo 400 milioni con ordinanza della Protezione civile con il vincolo di utilizzare queste somme per le persone che non hanno i soldi per fare la spesa. Da qui nasceranno buoni spesa ed erogazioni di generi alimentari”. Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa

“Stiamo lavorando intensamente con la ministra Catalfo e il presidente dell’Inps. Sono 25 miliardi, devono arrivare nelle tasche degli italiani. Nessuno sarà lasciato solo. Stiamo facendo di tutto per azzerare i tempi della burocrazia. Sono 11 milioni di persone i beneficiari. Tutti i pagamenti dovranno essere formalizzati entro il 15 aprile. Prevediamo il pagamento di 600 euro per varie categorie per il mese di marzo. Presentando la domanda dal 1 aprile si possa ottenere subito la disponibilità di queste somme”. 

“Rendiamo disponibili questi fondi ai comuni – ha detto il ministro dell’economia Gualieri -per aiutare a reperire alle persone generi di prima necessità. Un aiuto concreto a chi è più in difficoltà.  Risorse per acquistare generi alimentari di prima necessità. 

Infine Conte rispondendo alla domanda di un cronista ha detto:“Non c’è una prospettiva di ritornare alle attività didattiche, a scuola o all’Università”. 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!