Diano Marina: operazione Carabinieri, ecco chi sono gli arrestati. Accusati di aver incendiato camion ortofrutta

Cronaca Cronaca Golfo Dianese

L’indagine è coordinata dal Pubblico Ministero Antonella Politi. L’ordinanza di custodia cautelare è stata firmata dal gip Massimiliano Botti.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Sono Antonio De Marte, il figlio, Giovanni De Marte, e Domenico Gioffrè, i tre uomini arrestati questa mattina all’alba dai Carabinieri in quanto ritenuti responsabili dell’attentato incendiario a un camion di frutta e verdura il 29 marzo scorso, Diano Marina.

Diano Marina: attentato incendiario, tre arresti

I tre sono stati arrestati questa mattina dai Carabinieri del Nucleo Operativo. L’indagine è coordinata dal Pubblico Ministero Antonella Politi. L’ordinanza di custodia cautelare è stata firmata dal gip Massimiliano Botti.

Secondo quanto trapela i tre sarebbero stati arrestati in quanto  ritenuti responsabili dell’attentato incendiario al camion di frutta e verdura della ditta Love Fruit di Giuseppe Attisano. L’ipotesi è che si sia trattato di un regolamento di conti. 

Determinanti, ai fini dell’inchiesta, le immagini delle telecamere. Già nei minuti successivi all’incendio, testimoni oculari avevano raccontato ai Carabinieri di aver visto due persone allontanarsi a passo veloce da piazza Taramasco, luogo dei fatti. Le indagini degli inquirenti si sono subito concentrate sul mondo della criminalità organizzata e sull’origine dolosa del rogo.

In particolare, i De Marte sarebbero stati gli esecutori materiali dell’attentato, dopo aver acquistato una tanica di benzina in un distributore poco distante dal luogo dell’incendio, mentre Gioffrè avrebbe svolto la funzione di “palo”. 

Antonio De Marte è difeso dall’avvocato Luca Ritzu, mentre Giovanni De Marte e Domenico Gioffrè sono difesi dall’avvocato Marco Bosio.

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!