Coronavirus, Imperia: spiagge libere. Ipotesi App per gestire ingressi. “Potrebbe vigilare chi percepisce il reddito di cittadinanza. L’accesso rimarrà gratuito”

Attualità Coronavirus

Oggi si è svolta, in video conferenza, la riunione dell’Ufficio di Presidenza di ANCI Liguria, presieduta dal presidente Marco Bucci, a tema spiagge libere.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

App per conteggiare le persone presenti, “guardiani” per gestire gli ingressi. Sono queste le ipotesi avanzate dal Sindaco di Imperia Claudio Scajola nel corso dell’odierna riunione dell’Ufficio di Presidenza di ANCI Liguria.

La seduta, svoltasi in video conferenza, presieduta dal presidente Marco Bucci, ha visto anche la partecipazione del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti.

Coronavirus: spiagge libere, le proposte del Comune di Imperia per ripartire in sicurezza

Nel corso della seduta, sono stati tre i temi cardine su i partecipanti si sono confrontati in particolar modo. Ecco quali:

  • Sorveglianza: stabilito che per una certa area può essere presente una determinata quantità di persone, bisogna trovare un sistema di sorveglianza per gestire le presenze. Escluse le possibilità di utilizzare gli agenti di polizia municipale (impegno troppo gravoso), ditte private esterne (elevati costi) e volontari (disponibilità troppo ampia), l’ipotesi del Comune di Imperia è quella di utilizzare i percettori del reddito di cittadinanza. Gli uffici dei servizi sociali imperiesi stanno lavorando a questa possibilità da alcuni giorni per anche per estendere il numero di ore che i percettori devono svolgere per la comunità. La proposta è stata condivisa da Anci e potrebbe essere estesa anche nel resto della regione.
  • App per smartphone: per gestire gli afflussi in spiaggia. Probabilmente verrà creata un’applicazione diversa per ogni Comune. Per quanto riguarda Imperia, potrebbe essere pronto il prototipo già la prossima settimana. L’App sarà utilizzata dai “guardiani” per tenere il conto delle persone presenti in spiaggia. Si sta valutando la possibilità di renderla scaricabile anche dai cittadini in modo da poter controllare il numero delle persone presenti in un lido prima di recarvisi.
  • Regole: Per tutelare maggiormente la salute dei cittadini e creare una situazione omogenea in tutta la Liguria, Marco Bucci ha proposto, su stimolo del Sindaco di Savona Ilaria Caprioglio, di redigere un protocollo condiviso a livello regionale di regole (ad esempio il tipo di cartellonista, l’individuazione di aree con l’installazione di paletti, ecc.). Il protocollo verrà discusso mercoledì.

Esclusa la possibilità di Il Comune diribadito imperia si richiede stato e regione di dare disponibilità economiche necessarie ai comuni per gestire spiagge libere secondo parametri di sicurezza

esclusa possibilità prezzo ingresso anche simbolico

“Sulle spiagge libere l’impegno dei Comuni è gravoso – ha affermato il Sindaco Claudio Scajola – Vogliamo che i turisti e i cittadini possano continuare ad accedervi gratuitamente.

Per quanto riguarda Imperia stiamo lavorando a un piano complessivo da settimane.

Chiediamo a Stato e Regione di mettere in campo le risorse finanziarie necessarie a farlo funzionare, per garantire la piena applicazione dei protocolli di sicurezza e controllo”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!