Aggrediscono e rapinano un uomo sulla ciclabile. Carabinieri arrestano 3 persone

Cronaca

I tre sono poi fuggiti a piedi con il maltolto (20 euro in contanti ed uno smartphone), facendo perdere le proprie tracce.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

All’alba di ieri, al termine di serrate progressioni investigative, i Carabinieri della Compagnia di Sanremo hanno eseguito tre ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Giudice per indagini preliminari presso il Tribunale di Imperia, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di tre pregiudicati di origine marocchina.

L’indagine – condotta dalla Sezione Operativa della Compagnia di Sanremo e coordinata dalla richiamata Procura imperiese – ha permesso di documentare la responsabilità dei soggetti in ordine ad una rapina commessa l’inverno scorso a Bussana.

I fatti risalgono alla notte del 16 febbraio scorso, quando i tre malviventi aggredirono un 44enne italiano mentre percorreva a piedi la pista ciclabile. L’uomo, dopo essere stato circondato, veniva colpito con un calcio da uno dei tre rapinatori, mentre un complice lo afferrava per la testa puntandogli un coltello alla gola ed il terzo gli strappava il marsupio che portava intorno alla vita.

I tre sono poi fuggiti a piedi con il maltolto (20 euro in contanti ed uno smartphone), facendo perdere le proprie tracce. Qualche ora più tardi, la vittima – ancora in stato di shock – riusciva a raggiungere la caserma dei Carabinieri di Sanremo dove denunciava l’accaduto.

L’indagine – svolta dagli investigatori della Sezione Operativa della Compagnia di Sanremo coordinati dal Ten. Sebastiano MELONI – si è sviluppata attraverso l’analisi dei sistemi di videosorveglianza pubblici e privati, consentendo di ricostruire la fuga dei rapinatori. Successivamente, grazie all’esperienza ed alla conoscenza dei soggetti dediti a quel tipo di reato nel comprensorio matuaziano, i militari dell’Arma sono riusciti ad identificare i malviventi. I tre rapinatori sono stati trasferiti presso l’istituto penitenziario di Imperia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!