Caos autostrade: sindaci Liguri e presidente Toti scrivono al Ministro De Micheli. “Serve un incontro urgente per risolvere criticità”

Provincia

Un brutto biglietto da visita per un territorio costituito da comunità locali che vivono principalmente di turismo, che vogliono ripartire al meglio dopo un lungo lockdown.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“Una mattina di ordinario caos sulle autostrade della Liguria. Appena partito da Genova verso il ponente e già i primi 6 km di coda. Sulla corsia a fianco anche un scontro tra tir. Con tutti questi cantieri si moltiplicano gli incidenti, aumentando i rischi e non la sicurezza di chi si deve spostare Lo scrive su facebook il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti.

Caos autostrade: l’intervento del presidente della Liguria Toti

Continuiamo ad aspettare dal Ministero un piano che liberi la nostra regione, letteralmente prigioniera di ritardi, inerzia, enefficienza. E oggi, per non assumersi responsabilità, c’è chi ha deciso di chiudere di fatto le autostrade della Liguria con una programmazione dei lavori che sarebbe grottesca se non fosse drammatica.

Continuiamo a chiedere soluzioni al Governo al fianco dei nostri sindaci che oggi hanno scritto al Ministero dei Trasporti per denunciare la drammatica situazione delle loro città.

Ma vi pare possibile che dopo due anni dalla tragedia del Morandi la situazione sia questa? Il Ministero approvi immediatamente e si assuma la responsabilità di un nuovo piano di lavori, che riduca il rischio di incidenti e consenta alla Liguria di ripartire. Sennò, se non sono capaci, passino immediatamente le competenze alla Regione e ce ne occuperemo noi, come abbiamo fatto per il Ponte per Genova.

Se continuerà questa inerzia e scarico di responsabilità saremo costretti a pensare che qualcuno vuole soffocare deliberatamente il nostro territorio”.

Caos autostrade: i sindaci scrivono alla ministra De Micheli

Il presidente di Anci Liguria Marco Bucci, a nome di tutti i sindaci liguri, ha chiesto un incontro urgente alla ministra delle Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli per risolvere le criticità ormai insostenibili in cui versa la viabilità della regione. Un brutto biglietto da visita per un territorio costituito da comunità locali che vivono principalmente di turismo, che vogliono ripartire al meglio dopo un lungo lockdown.

“Mi permetto di scriverLe perché le immagini e le notizie relative al congestionamento autostradale e, conseguentemente, di tutta la viabilità ligure, sono certo che l’avranno raggiunta ed avranno colpito la Sua attenzione” – si legge nella lettera – Noi sindaci liguri non ne possiamo più di vederle dal vivo né di misurare lo stato di stress sopportato dalle nostre comunità locali”.

“Eppure – continua la missiva – questo dovrebbe essere il tempo della ripartenza, del rilancio, che, per noi, significa turismo ed accoglienza di visitatori, i quali, però, vedendo queste immagini e pensando a giornate intere bloccati in un abitacolo su un’autostrada, difficilmente saranno invogliati; ciò genera un danno notevole che si aggiunge a quanto già sopportato in questa fase di emergenza”.

“A nome dei sindaci liguri e su mandato dell’Ufficio di Presidenza di Anci Liguria, sono a chiederLe un incontro urgente per poterLe rappresentare il nostro disagio e convenire insieme sulle più opportune urgenti misure tese a risolvere questa sciagurata situazione”.

All’incontro, che l’Ufficio di Presidenza auspica venga concesso al più presto, parteciperà una delegazione di sindaci rappresentativa dell’intero territorio ligure.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!